Giovedì, 29 Luglio 2021
Maglie

Fucile a canne mozze, rapinato mentre porta l'incasso di 14mila euro in banca

La vittima è un dipendente del supermercato Alda. Due i malviventi, a bordo di uno scooter, che hanno fatto perdere subito le tracce. Sul posto per le indagini i carabinieri della compagnia locale. L'assalto è avvenuto nel primo pomeriggio, proprio davanti all'attività commerciale

MAGLIE – Un colpo non indifferente. Da 14mila euro. Tanto aveva, in una busta, un dipendente del piccolo supermercato “Alda” di Maglie. Somma che ha preso il largo a bordo di uno scooter, verso chissà quali mete, in un assolato pomeriggio estivo. Per i rapinatori, un Ferragosto di bagordi, sempre che restino impuniti. I carabinieri hanno già avviato le indagini in cerca di validi indizi.

L’esercizio sorge in pieno centro, lungo via Scorrano, ma si tratta di un’arteria cittadina che si collega in modo diretto verso la periferia e che quindi consente una rapida via di fuga. La somma era quella raccolta negli ultimi giorni. L’uomo era appena uscito per recarsi in banca e depositare l’incasso. Erano le 15,30 e, dentro Maglie, come in tante altre località dell’entroterra, in questo periodo, le vie erano semideserte. Non ci sarebbero quindi testimoni oculari, e le indagini dovranno procedere da pochi elementi: le dichiarazioni della vittima e le videocamere di sorveglianza. Quelle dell’attività stessa, che però potrebbero aver immortalato ben poco, ed eventualmente di altri negozi nelle vicinanze.

Stando a quanto ricostruito al momento, mentre il dipendente si stava dirigendo verso l’auto parcheggiata nelle vicinanze, con cui avrebbe poi raggiunto l’istituto di credito, sono spuntati due individui con i volti coperti, in sella a uno scooter. L’uomo alle spalle del guidatore era armato di un fucile a canne mozze.

Colto di sorpresa e con il fucile puntato addosso, il dipendente, che pure non ha subito violenza, s’è visto costretto a cedere la busta con i soldi. In pochi secondi, i due malviventi hanno “guadagnato” una somma ragguardevole e sono spariti dalla scena.

Sul posto sono arrivati i militari della compagnia locale, per i rilievi e raccogliere le testimonianze. Di certo, quella di portare i soldi in banca, è una mansione che il più delle volte viene effettuata cambiando giorni e fasce orarie, proprio per cercare di sviare eventuali malintenzionati. Un buon espediente, certo, ma che rapinatori comunque caparbi nell’appostarsi e magari ben informati, possono evidentemente aggirare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucile a canne mozze, rapinato mentre porta l'incasso di 14mila euro in banca

LeccePrima è in caricamento