Domenica, 1 Agosto 2021
Maglie

Scorrano: i consiglieri di minoranza condividono lo sfogo dei cittadini

Commento dell'opposizione ad oltre un anno di amministrazione Mariano. L'accusa? Assenza di comportamenti virtuosi nella azione di governo per la gestione delle risorse

UN ANNO DI AMMINISTRAZIONE

di Fernando Presicce, Guido Stefanelli, Mario Blandolino

Consiglieri Comunali di Minoranza

Dopo più di un anno dall'insediamento dell'Amministrazione Mariano non si percepisce affatto quale sia il progetto per Scorrano, la strada che si intende percorrere; di contro tanta frammentazione e poca chiarezza, che temiamo non faranno sussultare la nostra sonnacchiosa cittadina quando i fasti della parentesi festiva saranno passati.

E' proprio così, noi Scorranesi, a differenza di altre comunità, dato il forte coinvolgimento nei festeggiamenti per la Santa Protettrice, abbiamo la prerogativa di svuotare la mente dal peso di preoccupazioni e problemi che il mondo circostante riserva ogni giorno.

E mentre l'Italia intera è alle prese con la più grande crisi economica degli ultimi due secoli e tutti i Comuni faticano a destreggiarsi fra le enormi difficoltà finanziarie per i tagli subiti negli ultimi anni, i nostri amministratori comunali non si distinguono certo per comportamenti virtuosi nella loro azione di governo.

Sappiamo bene che le Amministrazioni Comunali non dispongono di strumenti adeguati per far fronte alla crisi occupazionale, ma qualcosa può essere fatta per stimolare e accompagnare la nascita di tutte le forme di impresa giovanile o la ricollocazione al lavoro di disoccupati, favorendo attività certe di cooperazione, attivandosi per quel che è possibile e dimostrando quella sensibilità necessaria in uno scenario che a definirlo apocalittico non certo si esce dai limiti della verità.

Per fare questo e per alleviare il disagio sociale che in questo momento storico è sicuramente più forte, occorrono risorse economiche; si potrebbe ribattere che le casse comunali sono vuote.

Ebbene, noi diciamo che nell'operato di una Amministrazione ci sono delle priorità e quel poco di cui si dispone deve essere utilizzato per interventi di emergenza e reale necessità, piuttosto che metterlo a disposizione per le tante spese superflue, oggi, per l'intera cittadinanza, e di chiara strumentalizzazione politica per il tornaconto di qualcuno.

Si parla di stampa e affissione di gigantografie e ridondanti manifesti di auguri, o di contributi economici (come documentano gli atti amministrativi, nel 2012 sono stati elargiti solo per le varie associazioni circa 50.000 euro) che per trasparenza elenchiamo:

Nome

Importo (euro)

(3898) Comitato Festa Santa Domenica

29.204,04

Beneficiario (211) Ames Protezione Civile

3.675,00

Beneficiario (4034) Unione Sportiva L.Mariano

2.500,00

Associazione parrocchiale

2.000,00

Beneficiario (4472) Associazione 360° Spazio Giovani

1.925,00

Associazione Disturband

1.550,00

Beneficiario (227) Piccolo Teatro Scorranese

1.675,00

Beneficiario (6926) Associazione Sportiva Gioventù Scorranese

1.200,00

Beneficiario (625) Teatro e Musica

1.075,00

Associazione Salento Oltre

700,00

Festa Madonna di Costantinopoli

652,92

Schola Cantorum

600,00

Beneficiario (4965) Comitato Festa San Rocco

300,00

Beneficiario (1646) Inter Club

300,00

Beneficiario (768) Juventus Club

300,00

Beneficiario (6363) U.S.L.M.Calcio Femminile

300,00

Beneficiario (4544) Comunità Francescana

300,00

Ciclostop Ripara e Via

100,00

Gioventù Francescana

100,00

Anche qui figli e figliastri!

E' evidente l'allegra gestione del denaro pubblico anche nell'assegnazione degli incarichi professionali, a volte poco comprensibili, per nulla congrui, con improprie motivazioni e quindi con enorme spreco di risorse.

Questo comportamento non solo offende chi paga le tasse ma dà dimostrazione di inadeguatezza, approssimazione e inefficienza di chi ci governa, incapace di programmare e progettare (solo l'aumento delle risorse regionali destinate al potenziamento della Protezione Civile ha fatto rientrare Scorrano, con un progetto collocato tra gli ultimi in graduatoria, nell'elenco dei beneficiari).

Un'Amministrazione che vivacchia nella trita seppur bandita (nelle belle parole di falsi ideologi che sbandierano la necessità del rinnovamento) logica della politica dei favori, degli inciuci e dei contentini.

Imparino un po' a tirare la cinghia, come fanno in silenzio i cittadini!

Ci provi il nostro Sindaco: guardi in faccia la realtà nell'adottare le sue delibere di spesa! Valuti responsabilmente se i vari incarichi professionali affidati, a dir poco con leggerezza, danno realmente risultati!

Per far fronte a spese di tale natura non si può pensare di chiedere al Cittadino di pagare di più.

Noi riteniamo che una Amministrazione debba porsi come obiettivo la riduzione della pressione tributaria; nei momenti di recessione economica è quanto mai importante perseguire il principio di giustizia ed equità fiscale "pagare tutti per pagare meno", contro quello di "fare cassa".

Per restare in tema, i consiglieri di minoranza attendono ancora risposte sul perché, al contrario di quel che prevede la legge, il Comune di Scorrano per l'anno 2012 ha emesso ruoli per la spazzatura di importo superiore rispetto al costo dell'intero servizio.

Come pure, relativamente all'IMU, ancora silenzio sull'equiparazione alla prima casa delle abitazioni dei residenti all'estero e dei ricoverati in case di cura.

C'è tempo fino a ottobre per accogliere le numerose richieste avanzate da questa minoranza ed eliminare un trattamento ingiusto che diventa ancor più pesante nel 2013.

Mentre l'attuale governo nazionale ha rimandato il pagamento dell'IMU sulla prima casa, e con ogni probabilità la eliminerà, la scelta di questa Amministrazione è stata, e con il silenzio sarà, di far pagare ingenti somme.

Esempio, ipotizzando alcuni dati di un caso tipo:

Prima casa

Seconda casa

Residenti AIRE e in Case di Cura

Differenza

Rendita catastale non rivalutata

€ 550,00

€ 550,00

Percentuale di possesso

100%

100%

Mesi di possesso

12

12

Numero figli residenti

1

1

Aliquota

4 per mille

7,6 per mille

Importo IMU

Sospesa e probabilmente verrà eliminata

€ 702,24

Detrazione

€ 0,00

IMU da pagare

€ 0,00

€ 702,24

€ 702,24

Nell'esemplificativa ipotesi della tabella, salvo una variazione della normativa, il Cittadino Scorranese residente all'estero, con l'assimilazione della sua abitazione a prima casa, per il 2013 avrebbe potuto beneficiare di un risparmio sull'IMU di 702,24 euro.

Non è vero che "chi è all'estero ha fatto una volontaria scelta di vita" (come infelicemente sostenuto dal consigliere di maggioranza Mario Pendinelli durante una seduta del Consiglio Comunale), gli emigranti sono costretti ad emigrare e fanno grandi sacrifici stando lontani dai propri affetti, non meritano un tale trattamento!

Alla prossima.

Continua........

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scorrano: i consiglieri di minoranza condividono lo sfogo dei cittadini

LeccePrima è in caricamento