Venerdì, 30 Luglio 2021
Maglie

Rifiuti pericolosi e pesce in cattivo stato di conservazione. Denunciato imprenditore

Il titolare di una ditta di Castro, specializzata nella coltivazione e spedizione di mitili, è stato deferito dal personale della capitaneria di porto di Gallipoli. Accanto allo stabilimento, oltre alle celle abusive, anche una discarica a cielo aperto

La discarica rinvenuta

CASTRO MARINA (Castro) – Sinuose collinette a ridosso di uno degli scorci più suggestivi del tacco. Peccato che quelle “rotondità” non fossero altro che cumuli di rifiuti, per giunta pericolosi, abbandonati assieme ad altro materiale.

La discarica a cielo aperto è stata scoperta nella marina di Castro, nel corso dei controlli effettuati negli ultimi giorni dal personale della guardia costiera di Gallipoli, in collaborazione con gli uomini del circondario di Otranto, impegnati nella tutela dell’ambiente marino e costiero.

La porzione di terreno rinvenuta, sulla quale era stata allestito il deposito illegale, è peraltro adiacente ad una nota azienda specializzata nella coltivazione e spedizione di mitili. Inoltre all’interno della struttura, i militari hanno rinvenuto anche celle abusive, contenenti pesce di vario genere in condizioni igieniche precarie. I prodotti ittico in questione sono stati sequestrati e dichiarati non idonei al consumo da parte di dottori veterinari della Asl, intervenuti sul posto per un’ispezione.

Il proprietario della società è stato denunciato all’autorità giudiziaria sia per la discarica non autorizzata dei rifiuti pericolosi, sia per la vendita di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione, dagli uomini della capitaneria di porto, i quali hanno rinnovato a segnalare attività illecite ai danni dell’ambiente, al numero 0833/266862.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi e pesce in cattivo stato di conservazione. Denunciato imprenditore

LeccePrima è in caricamento