Giovedì, 21 Ottobre 2021
Maglie Maglie

Tifoso aggredisce guardalinee, denunciato anche calciatore per favoreggiamento

Alla fine del match disputato domenica scorsa tra Toma Maglie e Otranto, valevole per il campionato di Promozione, un 25enne si è introdotto nell'area riservata e ha colpito uno degli assistenti dell'arbitro. Un giocatore del club ospite, che avrebbe assistito alla scena, ha negato davanti ai carabinieri

LECCE – Un guardalinee picchiato da un tifoso e un giocatore che ai carabinieri nega l’aggressione alla quale avrebbe effettivamente assistito. Sono questi gli ingredienti principali di una vicenda che ha visto la denuncia a piede libero per percosse, lesioni personali, ingiuria e danneggiamento, oltre che per violazione della normativa che regola la sicurezza nelle manifestazioni sportive, per un 25 enne domiciliato a Maglie, già destinatario di un provvedimento di Daspo (e per questo nuovamente segnalato alla questura di Lecce), ma anche il deferimento per favoreggiamento personale per un calciatore di 30 anni. Le indagini condotte dai militari della stazione di Maglie hanno appurato che i due sono conoscenti.

Eppure quella disputata domenica scorsa tra l’Ads Toma Maglie e l’Otranto Calcio era stata una partita senza particolari problemi, valevole per il campionato di Promozione, e terminata con la vittoria degli ospiti con il risultato di 1 a 0.  Tra le due realtà esiste una storica rivalità. La parte peggiore del pomeriggio sportivo si è verificata al termine del match: negli spogliatoi C.G., questo il nome del giovane magliese (difeso dall'avvocato Raffaele Distaso), si è introdotto nell’area riservata alla terna arbitrale e ai tesserati dei due club e, dopo aver scambiato alcune opinioni con S.M., il calciatore dell’Otranto che conosceva, si è scagliato contro l’assistente del direttore di gara che in quel momento si stava dirigendo a fare la doccia.

Il guardalinee è stato colpito con calci e pugni, anche in testa, oltre a essere etichettato con epiteti e bestemmie. Il tutto in pochi secondi dopo di che l’aggressore si è allontanato oltrepassando lo stesso cancello dal quale era entrato. Al malcapitato è stato successivamente riscontrato un lieve trauma cranico e varie contusioni, guaribili in cinque giorni. Nel corso delle attività di indagine, che hanno portato all'identificazione del 25enne, l'atleta della squadra ospite ha negato di aver assistito all'aggressione. Purtroppo non è il primo episodio di cronaca che si registra nella stagione calcistica negli incontri dei campionati minori: il più eclatante ha visto incolpevole protagonista un arbitro di 17 anni, picchiato nel corso del secondo tempo di una partita di Seconda categoria, il 26 ottobre scorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifoso aggredisce guardalinee, denunciato anche calciatore per favoreggiamento

LeccePrima è in caricamento