Nardò

A Nardò una nuova veste per il Sacrario dei mutilati e invalidi di guerra

Il monumento inaugurato oggi, dopo i lavori di ristrutturazione. Progettato nel 1969, è stato voluto e sostenuto dai soci, che si sono fatto carico delle spese di realizzazione, usufruendo di una porzione di suolo all’interno del cimitero, concessa gratuitamente dal Comune

NARDO’ – E’ stato inaugurato oggi, dopo i lavori di ristrutturazione, il Sacrario dei mutilati e invalidi di guerra nel cimitero comunale di Nardò.

Progettato nel 1969 dal geometra comunale Ennio Vaglio, il Sacrario è stato voluto e sostenuto dai soci, che si sono fatto carico delle spese di realizzazione, usufruendo di una porzione di suolo all’interno del cimitero, concessa gratuitamente dal Comune. 

Acquisito al patrimonio comunale lo scorso anno, il Sacrario versava da tempo in condizioni di grave degrado, tale da renderne impossibile l’accesso. L'unico socio ancora in vita, Francesco Tempesta, ormai quasi centenario non poteva più da solo farsi carico delle spese.

“È motivo di grande soddisfazione il rapido completamento dei lavori di ristrutturazione, finanziati con fondi comunali e progettati dall’ingegner Cosimo Pellegrino e dal geometra Gianfranco De Pascalis dell’Area funzionale I del Comune”, ha dichiarato il sindaco Marcello Risi. 

“Rivolgo il mio ringraziamento agli uffici, all’impresa di costruzioni edili del geometra Francesco Orlando di Nardò, al consigliere delegato Daniele Piccione, che ha seguito con grande impegno tutte le fasi del progetto che oggi vediamo completato. L’amministrazione comunale ha l’onore di aver acquisito al patrimonio comunale il Sacrario, luogo di raccoglimento e di preghiera per tutti i nostri concittadini che si sono sacrificati per la nostra Italia”, ha concluso il sindaco.

Alla cerimonia, che si è svolta alle 16.45, al termine della messa in commemorazione dei defunti, erano presenti monsignor Fernando Filograna, vescovo della Diocesi di Nardò–Gallipoli, che ha benedetto la struttura, il sindaco, Luciano Leone e Franco Muci, rispettivamente presidente provinciale e rappresentante dei familiari dell’Associazione nazionale mutilati e invalidi di guerra, oltre al consigliere Piccione, delegato ai Servizi cimiteriali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Nardò una nuova veste per il Sacrario dei mutilati e invalidi di guerra

LeccePrima è in caricamento