Notizie da Nardò

A spasso in auto con oggetti rubati da una casa disabitata: denunciati

Tre neretini deferiti per ricettazione. I carabinieri li hanno fermati un controllo alla circolazione stradale. Nell'auto c'erano due bracieri d'ottone e una pompa manuale per l'agricoltura in rame, sottratti da una casa di località "Pendinello" al momento sotto curatela

NARDO’ – Andavano in giro con oggetti rubati da un’abitazione di località “Pendinello”, al momento disabitata e gestita in via temporanea da un curatore legale. Li hanno fermati per un controllo i carabinieri della stazione di Nardò, scoprendo casualmente la refurtiva e denunciandoli a piede libero.

Nei guai sono finiti tre neretini: C.G., 30enne,  M.L., anch’egli 30enne, T.S., 24enne, quest’ultima donna. Tutti e tre senza occupazione e già noti alle forze dell’ordine. Il fatto risale ad alcuni giorni addietro, e per la precisione al 27 maggio scorso.

Durante un controllo alla circolazione stradale, i militari hanno fermato una Ford Focus nella quale si trovavano i giovani. Dato che noti, i militari, oltre a chiedere i documenti, hanno deciso di osservare meglio in auto, scoprendo che erano in possesso di due bracieri d’ottone e di una pompa manuale per l’agricoltura in rame.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli accertamenti su quegli oggetti, di cui non hanno saputo spiegare il possesso in modo convincente, hanno permesso di accertare era stato rubato nella stessa mattinata da quell’abitazione. Non avendo ovviamente certezza che il furto sia stato eseguito da loro, è scattata un’imputazione per la sola ricettazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento