Domenica, 13 Giugno 2021
Nardò

Ora è ticket Vaglio-Maglio per le elezioni. Udc a sostegno del Polo dei Moderati

Dopo l'esclusione della lista dei centristi e dell'ex assessore raggiunto un accordo politico con i fittiani e Vaglio che assicura: "Dopo 14 anni torneremo a governare Nardò"

I candidati con Antonio Vaglio

NARDO’ – La geografia delle liste in campo per la tornata elettorale del 5 giugno in terra neretina non può essere modificata, ma l’accordo politico tra il Polo dei moderati del centrodestra di Antonio Vaglio e l’Udc ora è cosa fatta. E il supporto garantito dall’ormai ex candidato Flavio Maglio e del suo bacino di voti e del partito centrista di Salvatore Ruggeri prefigura, in caso di possibile vittoria elettorale, un tandem di governo che porterebbe lo stesso ex assessore comunale a ricoprire il ruolo di vice sindaco al fianco di Vaglio. Un’intesa maturata dopo la travagliata esclusione dalla competizione elettorale cittadina di Maglio e della lista dell’Udc, dopo l’abbandono al fotofinish della compagine di Forza Italia (trasmigrata nella civica Forza Nardò a sostegno del candidato dell’Alleanza per il cambiamento Pippi Mellone), e lo svuotamento della coalizione guidata sin da gennaio da Flavio Maglio, con Udc, Fi, Noi Con Salvini, Fratelli d’Italia-An, e Nuovocorso per Nardò.

Il tentativo in extremis di presentare una lista autonoma dell’Unione di Centro sempre con Maglio candidato sindaco, è stata stoppata dalla commissione elettorale comunale che ha evidenziato irregolarità nella composizione e presentazione della lista. Le ragioni palesate in conferenza stampa da Maglio, Ruggeri e l’Udc e il relativo ricorso al Tar per tentare la riammissione non hanno sortito effetto e quello che poteva essere un accordo elettorale che poteva anche formalizzarsi prima della chiusura dei giochi con l’appoggio a Vaglio e al Polo dei Moderati (Conservatori e Riformisti, Fratelli d’Italia-An, Popolari con Vaglio, Insieme per Antonio Vaglio)  oggi si configura come un’intesa politica e di sostegno programmatico anche se simbolo dell’Udc e lista di Maglio non sono nello scacchiere delle compagini in campo. Ieri sera nel comitato elettorale di Antonio Vaglio di corso Galliano la ratifica e l’annuncio dell’intesa politica esplicitata dal candidato sindaco del Polo dei Moderati e alla presenza del coordinatore regionale e provinciale dell’Udc, Totò Ruggeri, dello stesso Flavio Maglio e Pierpaolo Losavio, del segretario provinciale di Fratelli d’Italia, Pierpaolo Signore e dei referenti fittiani Antonio Gabellone, Roberto Marti e Mino Frasca.                          

“Dopo quattordici anni il centrodestra tornerà a governare questa città” ha assicurato Vaglio nel suo intervento, “portando avanti  questo mio progetto politico forte e coeso per lo sviluppo della città che intende rifuggire i pastrocchi, gli intrallazzi, gli inciuci e quant’altro di negativo abbia partorito la politica neritina in quest’ultimi anni. Ora con il sostegno anche degli amici dell’Unione di centro che si sono uniti a noi e di tutta la coalizione ci apprestiamo ad intraprendere un cammino lungo e faticoso, ma sarà sicuramente un viaggio che ci porterà con il nostro impegno e la nostra storia a disegnare un futuro certamente migliore per questa città”. Il senatore Ruggeri ha rammentato che dopo il “rifiuto” della coalizione del sindaco uscente Marcello Risi di “investire nel ticket con l’Udc”, di contro non ha invece perso tempo Mino Frasca che ha invitato i centristi “a tornare insieme nel centrodestra” e da qui l’accordo per “puntare alla vittoria” è ora cosa fatta. Pierpaolo Signore ha rivendicato la collocazione “naturale” di Fratelli d’Italia in una coalizione di centrodestra e con Vaglio candidato dopo aver fiutato qualcosa di “sinistro” nella ex coalizione che sosteneva Flavio Maglio. Sostegno e apprezzamento verso l’ingresso nella coalizione “diesel” guidata dai Cor, è stata espressa da Roberto Marti, che sull’asse Vaglio-Maglio e sull’intesa con Udc e il resto delle liste, punta ora ad “accelerare per lo sprint della vittoria finale”. Il coordinatore politico fittiano, Antonio Gabellone, ha sottolineato “l’ottima affidabilità” della squadra che pilotata da Vaglio e Mino Frasca può puntare con autorevolezza alla guida della città di Nardò e per consolidare il “laboratorio politico” sancito con i centristi. Maglio e Losavio hanno chiosato che l’accordo politico, permeato di serietà e che getta alle spalle la brutta pagina del divorzio con Fi,    porta in dote con sé tutto “l’appoggio incondizionato delle donne e degli uomini dell’Udc di Nardò che sosteranno Antonio Vaglio”.                  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora è ticket Vaglio-Maglio per le elezioni. Udc a sostegno del Polo dei Moderati

LeccePrima è in caricamento