Domenica, 13 Giugno 2021
Nardò

Pizzaiolo con la passione “botanica”: serra automatizzata con energia rubata

Un 36enne di Nardò è stato arrestato dalla polizia. Ha sottratto energia elettrica per coltivare piante di marijuana

Le lampade nella serra

 NARDO’ – Lampade potenti, puntate sui suoi “alberelli”. Un pizzaiolo finisce in manette con l’accusa di coltivazione di piante di marijuana. Timer, impianto di ventilazione, sistemi automatizzati e fertilizzanti per la sua serra: Alessandro Gaballo, 36enne di Nardò, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Nardò, guidati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì.

Nel corso della mattinata, infatti, l’uomo incensurato è stato sottoposto a una perquisizione. All’interno della sua abitazione, in due distinti locali, una vera e propria serra con 16 arbusti, rigogliosi, di marijuana. La serra era dotata di un sofisticato impianto di irrigazione e tanto di sostaDSC_0424-2nze chimiche per verificare  il ph dell’acqua; mentre, l’energia elettrica è stata fraudolentemente prelevata attraverso il collegamento a una cabina elettrica di Enel, collegata all’abitazione del pizzaiolo,  con un grosso cavo appositamente installato ma ben mimetizzato.

Durante la perquisizione sono state rinvenute anche 8 dosi pronte per la vendita ed un bilancino di precisione. Gaballo è stato arrestato per i reati di produzione ai fini di spaccio di stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzaiolo con la passione “botanica”: serra automatizzata con energia rubata

LeccePrima è in caricamento