Nardò

Marijuana, semi e un kit per lo spaccio. Un 19enne finisce nei guai

Un ragazzo di Nardò è stato fermato, nella serata di ieri, dagli agenti del commissariato locale e di quello gallipolino. In casa, anche 260 grammi di stupefacente, un bilancino e un trita erba. Sulla litoranea della Città Bella, inoltre, i poliziotti hanno rinvenuto una pistola e munizionamento nascosti in un sacco

La droga sequestrata dagli agenti

NARDO’ – La marijuana era già suddivisa in dosi, pronta per essere immessa sul mercato locale. Ma è stato sorpreso a confezionarne altra e per lui sono cominciati i guai. Davide Alemanno, 19enne incensurato, è stato fermato nella serata di ieri dagli agenti di polizia dei commissariati di Gallipoli e Nardò, nella sua abitazione alla periferia neretina.

Già nel corso dei giorni precedenti, i poliziotti di Nardò, guidati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, avevano avviato una serie di controlli sul territorio, includendo anche appostamenti nei pressi dell’abitazione del 19enne.  La perquisizione, poi, è scattata nella serata di ieri il personale di polizia, assieme ai colleghi del commissariato ionico diretto dal vicequestore aggiunto Emilio Pellerano, hanno deciso di effettuare una verifica, per chiarire li motivi di quel continuo viavai da e verso la casa di Alemanno.

Alla vista degli inquirenti, il giovane ha tentato di nascondere dietro un mobile un involucro che, recuperato è risultato contenere circa 60 grammi di marijuana. Durante l’ispezione in casa,  inoltre, i militari hanno rinvenuto altre confezioni con la stessa sostanza stupefacente per un peso complessivo di circa 200 grammi, un bilancino elettronico di precisione, una cinquantina di semi della stessa sostanza, un vaso con una pianta di marijuana di piccole dimensioni e un trita erba.Foto pistola-2

Sentito il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica del tribunale, Giuseppe Capoccia, il ragazzo è stato ristretto agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Sempre nella serata di ieri, inoltre, gli agenti gallipolini hanno rinvenuto un sacco in tela, lungo la litoranea. All’interno, una pistola a salve  marca “Gap” calibro 8, completa di caricatore con otto cartucce. I poliziotti sono certi che, seppur inoffensiva, quell’arma sia stata utilizzata per mettere a segno qualcuna tra le recenti rapine.

                                                                                  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana, semi e un kit per lo spaccio. Un 19enne finisce nei guai

LeccePrima è in caricamento