Nardò Nardò

Pesta un coetaneo e gli provoca l’asportazione della milza: fermato un 19enne

I carabinieri di Nardò hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del tribunale di Lecce per i gravi fatti dello scorso 25 settembre. Il delicato intervento chirurgico presso l'ospedale di Gallipoli

NARDÒ – Dopo il brutale pestaggio ai danni di un 20enne, costato persino l’asportazione della milza, si era reso irreperibile. È finito in manette nelle ultime ore Vito Antonio Grillo, un 19enne di Nardò, arrestato dai carabinieri della stazione locale. Al termine delle attività di indagine sul suo conto, a seguito del violento episodio avvenuto a fine settembre nella cittadina, i militari hanno infatti eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del tribunale di Lecce.

In quel 25 settembre la lite tra i due coetanei sarebbe sfociata in cieca violenza, per motivi che ancora sono al vaglio degli inquirenti ma che sembrerebbero davvero futili. Il ferito aveva fatto rientro a casa autonomamente dopo il pestaggio, per poi chiedere aiuto al padre: quest’ultimo lo ha accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli per essere affidato alle cure del personale sanitario.

Il giovane avrebbe aggredito la vittima provocandole lesioni gravissime e ferite da taglio che hanno costretto i medici gallipolini a dover procedere con l’asportazione della milza.  Avviati gli accertamenti, gli uomini dell'Arma hanno fermato Grillo: al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo salentino.

Anche i carabinieri della stazione di Monteroni di Lecce hanno proceduto con un arresto: hanno eseguito l’ordine di carcerazione nei confronti di Emanuel Errini, 24enne del luogo e già sottoposto ai domiciliari e che ora dovrà espiare una pena detentiva di 4 anni di reclusione. Per lui disposto anche il pagamento di duemila euro di multa per una rapina commessa a settembre del 2020, sempre a Monteroni di Lecce. Per il 24enne si sono aperte le porte dell’istituto penitenziario leccese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesta un coetaneo e gli provoca l’asportazione della milza: fermato un 19enne

LeccePrima è in caricamento