Notizie da Nardò

Bambini in piazza a lezione di sicurezza. Protagonisti i cani antidroga della finanza

Grande entusiasmo a Nardò per la “Giornata della Sicurezza” promossa dal Comune e dal comando della polizia locale. Coinvolti gli alunni delle scuole

NARDO’ – Imparare le norme della sicurezza, non solo della strada, ma anche per il controllo del territorio e della repressione dei reati e scoprire da vicino anche le informazioni di base per il primo soccorso e come gestire le chiamate di emergenza in caso di pericolo, di un malore o di un incidente. Tutto questo impreziosito dalla esibizione pratica delle unità cinofile impegnate nel “fiutare” le sostanze stupefacenti occultate, dalla visione di video e dalla visita ravvicinata a bordo dei mezzi delle forze dell’ordine. Spettatori e uditori interessati e festosi i giovanissimi alunni delle scuole primarie e dell’infanzia che hanno concluso con una manifestazione in piazza il lungo ciclo di incontri svolti negli istituti cittadini e mirati a promuovere l’educazione stradale e civica.     

Si è svolta infatti su queste direttrici, nella mattinata di ieri, in piazza Cesare Battisti a Nardò la “Giornata della Sicurezza”, una iniziativa curata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la dirigenza scolastica dei poli comprensivi, il comando della polizia locale e le forze dell’ordine. Si è trattato come detto dell’evento conclusivo dell’intensa attività svolta nelle scuole durante l’anno scolastico dall’assessorato alla polizia locale, guidato da Ettore Tollemeto e dal comando dei vigili urbani di via Crispi, guidato dal comandante Cosimo Tarantino, con incontri e corsi mirati all’educazione stradale e civica, che hanno coinvolto circa 400 bambini entusiasti e curiosi.

Questo lungo percorso didattico si è concluso lo scorso 23 maggio ed ha rappresentato un modo per la polizia locale per alzare l’attenzione su temi così importanti e per avvicinare il corpo a tutti i cittadini. In concreto, gli agenti della municipale hanno spiegato in classe l’utilizzo sicuro della bicicletta, le prime basilari conoscenze relative al codice della strada, i comportamenti corretti da assumere in qualità di utenti della strada. Educazione stradale non solo in astratto, dunque, ma calata nella concreta realtà quotidiana anche attraverso le uscite in strada alla presenza degli stessi agenti. Si è rivelato molto utile, infatti, l’ausilio di questi ultimi nella “lettura” dei segnali stradali e nella comprensione del loro significato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella giornata conclusiva del progetto di ieri invece il programma si è svolto con l’arrivo delle scolaresche in piazza Cesare Battisti, il saluto delle autorità e la presentazione da parte del personale della guardia di finanza, della polizia locale, dei carabinieri forestali, della protezione civile e delle guardie zoofile,  delle iniziative e delle attività finalizzate alla sicurezza. Particolarmente seguita dai ragazzi e dei docenti accompagnatori la fase dimostrativa con il conduttore del cane della guardia di finanza impegnato nella ricerca, tra scatoloni e ruote delle auto, della sostanza stupefacente occultata. Un particolare saluto ai bambini è arrivato anche da un elicottero delle fiamme gialle del nucleo di Grottaglie che ha sorvolato la zona. La giornata si conclusa in tarda mattinata con la visita ai gazebo e a bordo delle vetture delle forze dell’ordine e della protezione civile e con le foto ricordo di rito.             

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento