Notizie da Nardò

Veloci nel web con la banda ultra larga. Anche Nardò nel piano della Regione

Presentato oggi a Bari il programma per la realizzazione della rete in fibra ottica di nuova generazione che consentirà a 45 comuni della provincia di Lecce una connessione al web veloce ed efficiente. Risi e Natalizio puntano all'innovazione

NARDO’ - Ci sono anche i territori cittadini e le zone industriali e artigianali di Nardò e Gallipoli tra quelli salentini che nel giro di un paio d’anni saranno dotati della banda ultra larga per navigare più veloci su internet. È stato infatti presentato oggi, a Bari, il programma per la realizzazione della rete in fibra ottica di nuova generazione, che fornirà connettività con banda ultra larga in molti comuni della Puglia per favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda digitale europea.

Entro giugno del 2016 la nuova rete raggiungerà 45 comuni della provincia di Lecce,  tra i 148 in tutta la Puglia, rendendo la connessione al web più veloce ed efficiente. Il tutto grazie all’investimento di 95 milioni di euro (cofinanziato con più di 61 milioni dalla Regione tramite un accordo con il ministero dello Sviluppo economico), che produrrà per i primi tre anni anche 500 posti di lavoro nei settori impiantistico, civile, elettronico e delle telecomunicazioni, cui andranno aggiunte le ricadute occupazionali nell’indotto.

Durante i lavori del convegno è stato esplicitato come l'autostrada digitale, rappresentata dalla Banda ultra larga, servirà a sostenere il sistema delle imprese rendendole più competitive e offrirà ai cittadini la possibilità di usufruire di servizi con elevati standard di qualità. “Si tratta di un investimento complessivo di 95milioni di euro” spiega il sindaco Marcello Risi, “e avrà ricadute positive assai rilevanti per tutti i processi di innovazione digitale con i quali il nostro territorio da tempo si misura. Apprezzo molto l’impegno della Regione e dell’assessore allo sviluppo economico Loredana Capone. È in gioco lo sviluppo del nostro territorio. E come Comune di Nardò, siamo in campo”. All’incontro di oggi hanno partecipato, tra gli altri, il presidente di Telecom Italia Giuseppe Recchi, l'amministratore delegato di Infratel Italia, Salvatore Lombardo, l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone. In rappresentanza dell'amministrazione comunale di Nardò erano presenti l'assessore alle Politiche comunitarie, Mino Natalizio e Luigi Siciliano, funzionario dell’Ufficio Europa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ringraziamo la Regione Puglia per aver inserito anche Nardò in questo progetto infrastrutturale strategico per lo sviluppo economico della nostra Regione” dice l'assessore Natalizio, “perché darà la possibilità al nostro Comune, entro giugno 2016, di consentire collegamenti con velocità da 30 fino a 100 Megabit al secondo, accelerando in questo modo l'accesso ai servizi digitali innovativi rivolti a cittadini, imprese e istituzioni tra cui strutture sanitarie, scuole, Comune, tribunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento