Giovedì, 17 Giugno 2021
Nardò

Bando per i vigili stagionali. Dopo il ricorso si attende il responso del Tar

Impugnata la nuova selezione indetta dal Comune di Nardò per l'assunzione di 16 agenti di polizia locale. "La graduatoria del 2016 è valida per tre anni"

La polizia locale a Nardò

NARDO’ – Il bando di partecipazione per l’assunzione di sedici nuovi vigili stagionali per il periodo estivo è scaduto il 18 maggio scorso, ma ora per capire come e quando il corpo della polizia locale di Nardò potrà utilizzare le unità di rinforzo bisognerà attendere il pronunciamento del Tar di Lecce. Il nuovo bando di selezione disposto dall’amministrazione comunale del sindaco Pippi Mellone è stato infatti impugnato con un ricorso al tribunale amministrativo. A contestare la legittimità della procedura concorsuale sono stati sei ricorrenti, ovvero i migliori posizionati nella graduatoria del 2016 che risulta a tutti gli effetti ancora valida e vigente e dalla quale sarebbe possibile attingere per l’assunzione dei nuovi agenti di polizia locale a tempo determinato.

Questo è quanto argomentano i sei ricorrenti che contestano all’amministrazione neretina di aver dato vita da una nuova selezione senza tenere conto della validità di quella formulata con l’avviso pubblico dello scorso anno. Secondo i legali dei ricorrenti, gli avvocati Marcello Risi e Daniele Lutrino, la decisione del Comune di Nardò di indire una nuova procedura concorsuale “contrasta apertamente con le previsioni di legge contenute nel decreto legge 165/2001, nonché con le norme regolamentari vigenti per l’amministrazione comunale relative ai concorsi pubblici”. Nel ricorso infatti si sottolinea che il Comune è già dotato di una graduatoria pienamente valida ed efficace, approvata nel 2016, per la medesima qualifica professionale per cui oggi vi è nuovo bando. Secondo i ricorrenti invece la graduatoria del 2016 è valida fino al 2019, come si legge anche nella determina che ne ha sancito l’approvazione e che recita testualmente: “la graduatoria resta efficace per tre anni decorrenti dalla data di pubblicazione all’albo pretorio della presente determinazione”.

L’amministrazione comunale di Nardò aveva invece optato per una nuova procedura concorsuale per la partecipazione alla prova pubblica selettiva, per titoli e colloquio, finalizzata all’assunzione di sedici agenti di polizia locale per la stagione estiva. Ora dopo il ricorso si attende il responso dei giudici amministrativi per capire se le nuove unità da assumere a tempo determinato dovranno essere reperite scorrendo la graduatoria già esistente o se si procederà con le selezioni delle domande giunte entro il 18 maggio scorso in relazione al nuovo bando. Il Comune di Nardò si costituirà in giudizio per far valere le proprie ragioni.                     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per i vigili stagionali. Dopo il ricorso si attende il responso del Tar

LeccePrima è in caricamento