Sabato, 19 Giugno 2021
Nardò

Biglietto minatorio al consigliere, il sindaco Risi: "Minacce non avranno effetto"

Il fatto risale alla metà di ottobre, ma la notizia è trapelata solo nelle ultime ore. Un bigliettino è stato lasciato sotto il tergicristallo dell'auto di Salvatore Antonazzo, presidente della commissione Ambiente e pianificazione territoriale. Un invito a stare "attento"

NARDO’ – Un bigliettino lasciato sotto il tergicristallo della sua auto, posteggiata sotto casa, con una vaga intimidazione redatta a mano, un vago invito a stare “attento”, senza altri riferimenti. Nulla di più, nessuna firma, né alcun particolare episodio precedente che possa lasciar intendere alla vittima di tali attenzioni chi possa essere il mittente e quale sia stato il movente.

L’episodio non è nemmeno molto recente, risale circa alla metà di ottobre, ma la notizia è trapelata solo nelle ultime ore. Destinatario del biglietto, il consigliere comunale Salvatore Antonazzo di Nardò, peraltro carabiniere in congedo, che riveste l’incarico di presidente della commissione consiliare Ambiente e Sviluppo e pianificazione del territorio.

Il caso è nelle mani del commissariato di polizia locale, che ha avviato quindi già da diverso tempo un’indagine, nel tentativo di risalire all’autore. Non certo il primo episodio che vede al centro un politico locale e per il quale oggi si registra la solidarietà del sindaco Marcello Risi, che parla in nome dell’intera Giunta.

“Apprezziamo il suo impegno e il suo rigore e anche per questo gli siamo particolarmente vicini”, commenta il primo cittadino. “Quanto alle minacce e alle intimidazioni – aggiunge -, ribadisco quanto in altre occasioni dichiarato: non avranno alcun effetto i tentativi illegittimi di sviare il corretto funzionamento dell’amministrazione comunale di Nardò”.

foto-6 (1)-2E’ stato lo stesso Antonazzo, dopo aver rinvenuto il biglietto, a presentarsi presso il commissariato di polizia, senza però sapersi spiegare il motivo di tale atto. Sul caso, per ora, c’è comunque massimo riserbo e non filtrano altri elementi. 

Il consigliere Salvatore Antonazzo è stato eletto nell'Udc ed è confluito poi nel movimento Azione e rinnovamento dopo l'accordo federativo con Paolo Pagliaro, nel febbraio 2014. Ha ricoperto anche il ruolo di vice presidente del Movimento regione Salento, anche se nella riorganizzazione in atto le cariche si stanno rivedendo  anche a livello territoriale.

Sostiene da indipendente la maggioranza del sindaco Risi in maniera anche critica, come nel caso del Consiglio comunale del settembre scorso in cui, uscendo dall'aula insieme ad altri cinque consiglieri, ha determinato il rimpasto di Giunta e il chiarimento interno alla maggioranza sul bilancio e la Tasi.

In commissione ha portato spesso argomenti cardine sulle tematiche ambientali sui rifiuti tossici, la discarica di Castellino, l'altra di amianto e inerti della Rei e il nodo ecoballe, la condotta sottomarina e la centrale a biogas di Galatone, oltre ai progetti di insediamenti turistici sul litorale neritino. E' anche presidente dell'Associazione nazionale tutela diritti onlus- vittime del dovere-uranio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietto minatorio al consigliere, il sindaco Risi: "Minacce non avranno effetto"

LeccePrima è in caricamento