Nardò Nardò

Paura a Porto Selvaggio: un 73enne scivola dalla scogliera, fratture su tutto il corpo

Un uomo di Nardò è stato messo in salvo dai vigili del fuoco, dopo la brutale caduta dalla scogliera della marina di Nardò. Ha rimediato varie lesioni su tutto il corpo ed è stato trasportato in codice rosso presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Sul posto, gli agenti di polizia del commissariato neretino

PORTO SELVAGGIO (Nardò) – E’ scivolato brutalmente dalla scogliera di Porto Selvaggio, e ora è finito in ospedale con numerose fratture. D.M.R., un neretino di 73 anni, è stato accompagnato d’urgenza in ospedale a causa delle gravi lesioni riportate dopo la caduta. Tutto è accaduto nel tardo pomeriggio, nella marina di Nardò, nei pressi del noto locale “Fico d’india”.

L’uomo ha perso l’equilibrio ed è caduto sugli scogli. Ad accorgersi dell'accaduto sono stati tre militari dell'Esercito in ferie che si trovavano in zona. Sono stati loro a chiamare i soccorsi. Per recuperarlo sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli: l’anziano è stato immediatamente medicato dal personale del 118, poi partito in direzione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce in codice rosso.

Nonostante le gravi ferite sulle varie parti del corpo, il suo quadro clinico non sarebbe tuttavia preoccupante. Sarà comunque sottoposto a tutti gli accertamenti sanitari per chiarire se vi siano danni agli organi interni e che cosa abbia potuto causare la caduta. Non è escluso, infatti, che all’origine dell’episodio possa esservi un malore. Sul litorale sono anche giunti gli agenti di polizia del commissariato di Nardò, coordinati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura a Porto Selvaggio: un 73enne scivola dalla scogliera, fratture su tutto il corpo

LeccePrima è in caricamento