Mercoledì, 22 Settembre 2021
Nardò Nardò

Morì lavorando nei campi: Cgil e sindaco ricordano il bracciante sudanese

Martedì a Nardò, presso Masseria Boncuri, verrà consegnata una targa intitolata a Abdullah Mohammed, deceduto nel 2015: uno dei simboli della lotta al caporalato

NARDO' -  Una targa intitolata a Abdullah Mohammed, il bracciante sudanese morto il 20 luglio 2015, mentre era impegnato nella raccolta dei pomodori nelle campagne di Nardò, e dedicata a tutte le vittime dello sfruttamento. Sarà apposta nei pressi di Masseria Boncuri, altro luogo simbolo delle battaglie per i diritti sindacali e per la dignità sul lavoro dei braccianti stranieri impiegati nella raccolta dei prodotti ortofrutticoli nei campi del Salento.

La cerimonia si terrà martedì 11 ottobre, alle ore 10, a Nardò ed è inserita nel programma di iniziative per la quarta edizione del Premio Jerry Masslo, organizzato dalla Flai Cgil nazionale, che si svolgerà in Campania dal 12 al 14 ottobre. Il Premio è stato istituito per ricordare l’omicidio del rifugiato sud africano Jerry Essan Masslo, bracciante ucciso nelle campagne di Villa Literno il 25 agosto 1989. L’edizione 2016 avrà come tema “Migrazioni: Da cosa si fugge e perché. Nuove e vecchie rotte tra accoglienza, muri e paure”.

Da Nardò, l’11 ottobre, in contemporanea con altri territori della Puglia (Andria e Foggia) e del resto d’Italia, partirà la carovana dei diritti, con la partenza dei camper del sindacato di strada che approderanno, il giorno dopo, alle porte di Mondragone, in provincia di Caserta, sotto la tenda rossa della campagna Flai Cgil #cimettiamoletende (per info sulla IV edizione del premio www.flai.it).

Il programma di martedì 11 prevede un concentramento davanti al Municipio del Comune di Nardò, in piazza Cesare Battisti. I partecipanti muoveranno poi verso Masseria Boncuri dove si svolgerà la cerimonia di inaugurazione della targa per tutte vittime dello sfruttamento e in ricordo di Abdullah Mohammed. Alla cerimonia interverranno la segretaria generale della Cgil Lecce Valentina Fragassi, il segretario generale Flai Cgil Lecce Antonio Gagliardi, il sindaco di Nardò Giuseppe Mellone.

Sarà l’occasione per ribadire i temi su cui Cgil e Flai si sono impegnati per l’affermazione dei diritti sindacali e della dignità nel lavoro di tutti i lavoratori. A pochi giorni dalla giornata nazionale delle vittime dell’immigrazione, inoltre, questa iniziativa nel nostro territorio vuole anche essere un’occasione per riportare alla pubblica attenzione le questioni dell’accoglienza, dell’integrazione e della convivenza civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì lavorando nei campi: Cgil e sindaco ricordano il bracciante sudanese

LeccePrima è in caricamento