Martedì, 15 Giugno 2021
Nardò

Con il porta a porta in 5 mesi la raccolta differenziata è a un quarto del totale

I dati sono stati diffusi dall'amministrazione comunale che registra però il susseguirsi di atti vandalici nelle zone della città in cui sono ancora presenti i cassonetti. Ogni mese si risparmiano 270 tonnellate di conferimento in discarica

Il Comune di Nardò.

NARDO’ – Grazie al porta a porta, la raccolta differenziata è aumentata del 60 per cento rispetto ai dati riferiti al 2013. Lo ha comunicato l’amministrazione comunale di Nardò, esprimendo soddisfazione ma senza nascondere  il rammarico per gli atti vandalici che si registrano nelle zone urbane dove il conferimento dei rifiuti avviene ancora nei cassonetti.

Con la raccolta domiciliare avviata nel mese di maggio, che tuttavia non consente ancora di dividere l’umido dal resto per l’assenza di un impianto di compostaggio a breve distanza, la frazione differenziata ha raggiunto il 25 per cento sul totale. Il risparmio mensile in termine quantità di materiali portati in discarica è di 270 tonnellate e in generale le minori spese si dovranno tradurre in tariffe più convenienti per i cittadini.

“Mantenere e migliorare queste performance – recita una nota del Comune di Nardò - presuppone sicuramente un attento svolgimento dei servizi da parte del gestore e i dovuti controlli da parte dell’ente, ma è importante sensibilizzare e coinvolgere ulteriormente gli utenti. Promuovere e sostenere comportamenti ecocompatibili è il primo passo da compiere: la raccolta differenziata deve essere percepita non solo come una scelta individuale, ma come uno strumento nelle mani dei cittadini per salvaguardare e qualificare il proprio territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il porta a porta in 5 mesi la raccolta differenziata è a un quarto del totale

LeccePrima è in caricamento