Sabato, 24 Luglio 2021
Nardò

Dentista evade 260mila euro. I clienti: "Sì, pagavamo prestazioni in nero"

Un odontoiatra di Nardò è finito nei guai a seguito delle verifche fiscali compiute dalla guardia di finanza della compagnia di Gallipoli. Per il 2011 non avrebbe dichiarato al fisco i suoi compensi, ai fini delle imposte dirette ed dell'Irap

NARDO’ – Per avere una ulteriore conferma, come se non fossero sufficienti i dati emersi dalla consultazione delle banche dati di cui dispone la guardia di finanza, i militari della fiamme gialle della compagnia di Gallipoli hanno pensato anche di ascoltare le testimonianze di alcuni clienti del medico dentista: “Sì è vero – avrebbero detto ai finanzieri – le prestazioni le abbiamo pagare in nero”. 

Testimonianze pesanti e di supporto a quel che già avevano scoperto i militari a conclusione della verifica fiscale nei confronti del dentista di Nardò, il quale avrebbe perfino pensato, per il 2011, di non dichiarare i suoi compensi, ai fini delle imposte dirette ed Irap, per oltre 260mila euro. 

Le fiamme gialle hanno individuato e acquisito tutta la documentazione in possesso del professionista, sia contabile che fiscale, confrontando la documentazione con i dati emersi dalle banche dati, da cui è emerso come il dentista abbia tralasciato di presentare le dichiarazioni dei redditi con riferimento all’anno d’imposta 2011.

La complessiva quantificazione delle violazioni contestate è stata possibile mediante una serie di controlli incrociati nei confronti dei clienti dell’odontoiatra, alcuni dei quali – come detto - hanno dichiarato di aver effettuato dei pagamenti in nero a seguito dell’opera professionale prestata, ovvero senza che venisse rilasciato alcun documento fiscale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dentista evade 260mila euro. I clienti: "Sì, pagavamo prestazioni in nero"

LeccePrima è in caricamento