Martedì, 15 Giugno 2021
Nardò

“Niente dialisi perché le pulizie sono in corso”. Disagi e proteste per venti pazienti

Un disguido, la cui eventuale responsabilità è ancora tutta da accertare, si è verificato presso l'ospedale di Nardò. Gli addetti alle pulizie,che di solito lavorano nel pomeriggio, si sono invece presentati in mattinata. L'igienizzazione del reparto non ha consentito ai malcapitati di sottoporsi alla terapia. Sul posto, gli agenti del commissariato locale

L'ospedale "San Giuseppe Sambiasi" di Nardò

NARDO’- Come ogni mattina, circa venti pazienti hanno raggiunto il reparto di Nefrologia dell’ospedale “San Giuseppe Sambiasi” di Nardò, per sottoporsi alla dialisi. Ma la giornata di oggi non si è svolta come quelle scorse. All’arrivo, infatti, la terapia è stata loro negata. "Semplicemente" perché, nei corridoi, il personale addetto alle pulizie era al lavoro per igienizzare la struttura sanitaria.

 Un servizio quotidiano che, tuttavia, viene reso di norma nel pomeriggio, proprio perché al mattino arrecherebbe disagi ai pazienti. Della ventina di malcapitati in attesa, circa dieci sono rimasti proprio fuori dal reparto, altri cinque o sei all’interno senza poter essere sottoposti alla terapia, e idem per un paio che si trovavano addirittura stesi sulla barella.

Si sono verificati disagi che hanno dato vita a proteste. I dirigenti medici e gli addetti alle pulizie sono stati ascoltati dagli agenti del commissariato locale, fatti intervenire per chiarire a chi attribuire eventuali responsabilità.

I poliziotti, coordinati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, hanno avviato un’indagine individuare le cause del disguido, che avrebbe potuto provocare conseguenze serie su pazienti bisognosi di un trattamento terapeutico che non può essere rimandato, ma che risulta di vitale importanza.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Niente dialisi perché le pulizie sono in corso”. Disagi e proteste per venti pazienti

LeccePrima è in caricamento