Sabato, 31 Luglio 2021
Nardò

Dopo riapertura del lungomare torna in moto il bus navetta per il collegamento estivo

Riattivato il servizio di collegamento tra la zona di Posto di Blocco e le marine di Santa Caterina e Santa Maria al Bagno che resterà in funzione sino al 15 settembre. È l’alternativa comoda e gratuita al parcheggio serale sul litorale

NARDO’ - Dopo l’inaugurazione del nuovo lungomare, a suggello della fine del primo lotto dei lavori di riqualificazione che hanno interessato il lungo tratto compreso tra Santa Maria al Bagno e il “belvedere” di via Cantù a Santa Caterina, torna il servizio del bus navetta per il collegamento con le marine neretine.

Si tratta del servizio di collegamento tra il parcheggio di scambio dalla zona di Posto di Blocco con le marine di Santa Caterina e Santa Maria al Bagno che sarà in vigore sino al prossimo 15 di settembre e che rappresenta l’alternativa comoda e gratuita al parcheggio lungo il litorale ormai invaso da villeggianti e turisti.

Il collegamento con la navetta consente il trasporto di 15 persone per volta nel pieno rispetto di tutte le prescrizioni anti-covid (distanziamento, mascherine, igienizzazione. Si arriva nel parcheggio di Posto di Blocco, si lascia gratuitamente il proprio mezzo e si sale, sempre gratuitamente, a bordo di una delle due navette, che portano a Santa Caterina o a Santa Maria al Bagno.

La prima linea, infatti, collega il parcheggio a Santa Caterina e prevede le fermate su lungomare Filiberto, nei pressi della gelateria “Desideria”, e al bivio tra strada Santa Caterina e strada Cucchiara.

La seconda collega il parcheggio a Santa Maria passando per l’intero lungomare Filiberto e prevede le fermate sullo stesso lungomare, nei pressi della farmacia “Lisi” di Santa Maria al Bagno, e risalendo a Vacanze Serene, nei pressi del “Coco Jambo”.

Il servizio è attivo ogni giorno dalle 20 all’una di notte, con corse che hanno una frequenza di circa dieci minuti. Si tratta di un servizio che fornisce un’alternativa comoda e gratuita al parcheggio nelle marine, considerato che si può scegliere se cercare un parcheggio e pagare per la sosta con la propria autovettura nelle due marine oppure utilizzare il parcheggio di scambio per poi muoversi senza stress e senza costi a bordo della navetta lungo tutta l’area servita.

“Anche per questa stagione estiva si tratta di un servizio utilissimo”, spiega l’assessore al Turismo Giulia Puglia, “perché è l’alternativa alla ricerca, spesso difficile, di un parcheggio nelle due marine. Residenti e turisti possono fruirne migliorando decisamente la propria uscita serale e riducendo il caos e il rumore a Santa Caterina e Santa Maria al Bagno. Comoda, veloce e gratuita, invito tutti a utilizzare la navetta”.

Questo è uno dei tre segmenti della mobilità estiva messa a punto dall’amministrazione comunale. Il secondo è quello prettamente “turistico” che è quasi totalmente a regime e che è stato sperimentato con successo negli anni scorsi, mentre il terzo è una novità ed è la navetta di collegamento tra la città e le marine, che partirà il primo luglio  

“Di sera il flusso veicolare in direzione di Santa Caterina e Santa Maria aumenta considerevolmente, determinando fenomeni di congestione, inquinamento atmosferico e acustico, rischi per la sicurezza di utenti della strada e residenti” spiega l’assessore alla Polizia locale, Nadia Manieri, “il servizio di bus navetta ha lo scopo proprio di disincentivare l’afflusso dei veicoli nelle zone abitate e centrali, offrendo un’alternativa efficace ed economica”.

A settembre è prevista poi la riapertura del cantiere per il secondo lotto dei lavori di riqualificazione del lungomare neretino che prevedono la realizzazione di una pista ciclabile di complessivi tre chilometri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo riapertura del lungomare torna in moto il bus navetta per il collegamento estivo

LeccePrima è in caricamento