Nardò

Continua ad estorcere denaro alla madre. Torna in cella 27enne

Agli arresti domiciliari già da alcuni mesi, per lo stesso reato, il giovane avrebbe continuato a richiedere somme di denaro in famiglia, minacciando la donna. Allertati i militari, è finito nuovamente nell'istituto penitenziario

NARDÓ - In un'altra occasione, poco prima di Natale, non era stato particolarmente gentile con la madre, estorcendole continue somme di denaro, fino a costringere la donna a rivolgersi ai carabinieri della stazione di Nardò. Era finito in cella con l'accusa di tentata estorsione aggravata e, successivamente, ristretto ai domiciliari presso la propria abitazione.

G.M., neretino di 25 anni, è finito nuovamente in carcere per il comportamento recidivo. Alcuni giorni addietro, infatti, si è rivolto nuovamente alla vittima, in maniera aggressiva, chiedendole svariati contanti per acquistare alcune dosi di stupefacente. A  seguito dell'intervento dei militari dell'Arma di Nardò, la seconda sezione penale della Corte di appello di Lecce ha emesso il provvedimento restrittivo, facendo scattare le manette ai polsi del giovane, poi accompagnato presso l'istituto penitenziario leccese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua ad estorcere denaro alla madre. Torna in cella 27enne

LeccePrima è in caricamento