Mercoledì, 22 Settembre 2021
Nardò Nardò / Via Francesco Falco

Parte la fiammata dalla bombola di gas: feriti in tre, paura per un bimbo di 5 anni

L’episodio nel centro di Santa Maria al Bagno, questa mattina. In ospedale sono finiti nonno e nipote della provincia di Forlì-Cesena, accompagnati a Brindisi per via delle ustioni e un altro uomo portato a Gallipoli. Nessuno verserebbe in pericolo di vita: sul posto i vigili del fuoco per soccorsi e sopralluoghi

I soccorsi sul posto.

SANTA MARIA AL BAGNO (Nardò) – Mattinata da incubo, per una famiglia, nel centro di Santa Maria al Bagno, la marina di Nardò. Una fiammata avvolge la bombola, a seguito di una fuga di gas e restano feriti in tre: nonno di 52 anni e nipote di appena 5 anni, residenti nella provincia di Forlì-Cesena, più un altro uomo, del posto. Era a casa della sorella ed è intervenuto quando ha sentito le richieste di aiuto. 

66d57c30-83d8-4782-8c81-f32aced50563-2L’episodio intorno alle 11 in via Francesco Falco, non lontano dalla spiaggia della località ionica. I vicini della famiglia in vacanza hanno udito le urla e sono intervenuti per prestare immediati soccorsi. Sono stati infatti i cittadini ad allertare i numeri di pronto intervento: ma a causa delle auto parcheggiate davanti all’appartamento, non è stato semplice per i vigili del fuoco e per gli operatori del 118 accedere all’immobile.

Una volta affidati i feriti al personale sanitario, sono state effettuate le prime medicazioni sul luogo, per poi partire in direzione degli ospedali.

Nonno e nipote sono stati accompagnati nel reparto Grandi ustionati del “Perrino” di Brindisi, per via delle bruciature riportate sul corpo. Non versano in pericolo di vita, ma sono comunque in prognosi riservata. L'altro uomo rimasto coinvolto nella vicenda è stato condotto presso l'ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, a Gallipoli, per essere sottoposto ad accertamenti. È stato poi dimesso. 

Stando alle ricostruzioni, dopo una fuoriuscita di gas, visto che l'odore era molto forte, il fratello della vicina, che in quel momento era nei pressi, sentendo le richieste di aiuto, è subito intervenuto. È riuscito a chiudere la bombola, ma l'aria era già satura, per cui è comunque avvenuta l'esplosione.   

Oltre ai vigili del fuoco e al personale del 118, sul posto anche carabinieri e polizia locale di Nardò. Al termine dei soccorsi è stato eseguito un sopralluogo all’interno dell’edificio, per verificare eventuali danni strutturali arrecati dall’incendio accidentale. Le conseguenze ci sono e non sono poche, ma non avrebbero in ogni caso pregiudicato la tenuta dell’appartamento. Quest'ultimo è stato evacuato per ragioni di sicurezza dai militari neretini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte la fiammata dalla bombola di gas: feriti in tre, paura per un bimbo di 5 anni

LeccePrima è in caricamento