Giovedì, 24 Giugno 2021
Nardò

Giostra si blocca, due 14enni sospesi a 26 metri dal suolo per un'ora

E' successo nell'area dov'è stato allestito il luna park per la festa di San Giuseppe. Sul posto polizia e vigili del fuoco. I due giovani erano tranquilli, non sono mai entrati nel panico. L'attrazione è nuova e sono in corso accertamenti. Per il momento è ferma in attesa di collaudo

I vigili del fuoco sul posto

NARDO ‘ – Dire che siano stati momenti di terrore, sarebbe un’esagerazione pura. In fin dei conti, nessuno dei due protagonisti, ragazzi di 14 anni neretini, è entrato mai nel panico in quell’ora in cui è rimasto sospeso per aria, sulla giostra, a ben 26 metri d’altezza, a godersi il panorama della città. La vicenda ha però suscitato molta curiosità al di sotto, dove s’è formato un folto capannello di persone (soprattutto ragazzi), e naturale apprensione nei genitori, fin quando i due non sono scesi finalmente sulla terraferma.

A Nardò, in questi giorni, è stato installato il luna park, in occasione della festa di San Giuseppe. L’area intorno a via 2 Giugno è così presa d’assedio in particolare dai più giovani. Fra gruppi e gruppetti che affollano le giostre, c’erano oggi anche i due amici che avevano deciso di affrontare l’ebbrezza di un’attrazione nuova, il “Booster”. Ma qualcosa nel meccanismo è andato storto, e così il braccio meccanico s’è fermato con i due sospesi in aria. A ben 26 metri dal suolo, come detto.

IMG-22345-3Subito sono stati chiamati sul posto polizia del commissariato e vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, che sono giunti anche con un’autoscala. L’intervento di questi ultimi, da valutare solo come ultima ipotesi, qualora il proprietario della giostra i suoi dipendenti non fossero riusciti a far ripartire gli ingranaggi. E infatti, non è stato necessario,  perché alla fine, con la manovra d’emergenza, si è riusciti a far ridiscendere i ragazzi.

Restano ora però molti interrogativi da affrontare, tanto che sono in corso accertamenti da parte del commissariato di polizia diretto dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì. L’attrazione è di proprietà di un giostraio gallipolino di mezza età. Colpisce il fatto che fosse assolutamente nuova, probabilmente al primo utilizzo. Per ora l’uso è stato inibito, in attesa di un ulteriore collaudo da parte di tecnici specializzati.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giostra si blocca, due 14enni sospesi a 26 metri dal suolo per un'ora

LeccePrima è in caricamento