Nardò

Giunge in ospedale dopo il parto prematuro: il corpicino della neonata è ormai senza vita

La donna accompagnata al pronto soccorso di Copertino, dove è stata ricoverata. La piccola salma resta a disposizione dell'autorità giudiziaria

Il pronto soccorso dell'ospedale di Copertino

NARDO’ – Si sarebbe trattato di un incidente, nulla a che vedere con la triste vicenda avvenuta alcuni giorni addietro, a Squinzano, nel quale è stato rinvenuto un feto all'interno dell'armadio. Il neonato trovato senza vita all’alba, sarebbe deceduto per via di alcune complicazioni durante il parto, avvenuto prematuramente in casa. Un tragico episodio che si è verificato a Nardò, intorno alle 5,30 di ieri, quando una donna di nazionalità straniera di 38 anni, ha dato alla luce la piccola.

La neonata sarebbe nata senza vita oppure morta negli istanti successivi al parto. Questo è un dubbio che potrà essere sciolto soltanto dopo gli approfondimenti medici. La donna è stata accompagnata d’urgenza all'alba, presso il pronto soccorso dell’ospedale “San Giuseppe da Copertino”, nell’omonima cittadina,  dove si trova attualmente ricoverata e sotto osservazione da parte del personale sanitario. Le sue condizioni cliniche non sarebbero particolarmente preoccupanti.  La neonata, intanto, per il quale non vi era più nulla da fare, è stata presa in carico dai medici. Dell'accaduto sono stati anche informati i carabinieri della compagnia di Gallipoli.

L’autorità giudiziaria, pur non ravvisando evidenti elementi che possano delineare profili penali, ha stabilito che il corpicino della piccola resti a disposizione per ulteriori accertamenti. La salma, pertanto, è stata trasportata dalla casa di Nardò fino alla camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, per essere sottoposta a un’ispezione da parte del medico legale, incaricato dalla Procura della Repubblica del capoluogo salentino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunge in ospedale dopo il parto prematuro: il corpicino della neonata è ormai senza vita

LeccePrima è in caricamento