Martedì, 18 Maggio 2021
Nardò

“Hub vaccinale troppo lontano”, la denuncia di Nardò Bene Comune

Il sodalizio contesta la scelta dell’amministrazione nell’allestimento del centro vaccinale nella zona industriale. “Troppi disagi per gli anziani e il servizio navetta costa 10 mila euro alle casse comunali”

NARDO’ - Per dare un'accelerata alla campagna vaccinale, che ha visto la Puglia tra le ultime in classifica per somministrazione e copertura, la Regione e le Asl territoriali hanno allestito diversi centri vaccinali. Cosa che è accaduta anche in quel di Nardò con l’allestimento, ormai da alcuni giorni, dell’hub vaccinale in via Ernesto Che Guevara, angolo con viale Almerigo Grilz, nella zona industriale.

Una scelta della location e anche del relativo servizio di collegamento gratuito per l’utenza, sui quali il sodalizio di Nardò Bene Comune ha inteso esprimere le sue perplessità. “A Nardò, il sindaco Pippi Mellone ha deciso che il centro vaccinale sarebbe stato fatto in un capannone nella zona industriale” scrivono in una nota da Nbc, “di proprietà di un'azienda privata, la Terry Ricami, riconducibile ad un consigliere comunale che fino all'altro ieri era in maggioranza, dirottando lì le persone provenienti anche da altri comuni, tralasciando però di segnalare adeguatamente il centro vaccinale”. La cartellonistica indicativa comunque giunti nella zona industriale è stata allestita.

“La struttura è difficilmente raggiungibile da tutti, specie per gli anziani che devono essere vaccinati in questi giorni” lamentano però da Nbc, “e per questo il sindaco Mellone ha istituito un servizio navetta, gestito da privati, che ha ovviamente un costo: ben dieci mila euro. Ci chiediamo, davvero il Comune di Nardò non possiede locali idonei nel centro cittadino, più facilmente raggiungibili? Possibile che non ci siano posti in città a costo zero per le casse comunali?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Hub vaccinale troppo lontano”, la denuncia di Nardò Bene Comune

LeccePrima è in caricamento