Mercoledì, 16 Giugno 2021
Nardò

Il questore D’Angelo in visita al Comune di Nardò. “Sinergia per la sicurezza”

Avviato il giro istituzionale del nuovo questore Pierluigi D’Angelo nei comuni sede dei commissariati locali. Accompagnato dal dirigente Leo Nicolì ha incontrato il sindaco Risi e gli amministratori. Iniziative nelle scuole. Attive nuove telecamere

NARDO’ – Dall’insediamento presso la questura di Lecce al giro istituzionale nei comuni sede dei commissariati locali per prendere familiarità e contezza del territorio. Il nuovo questore di Lecce, Pierluigi D’Angelo, nella giornata di ieri, accompagnato dal vice questore Pantaleo Nicolì, ha fatto tappa a Nardò per incontrare gli amministratori a Palazzo Personé.

Ad accoglierlo c’erano il sindaco Marcello Risi, il suo vice Carlo Falangone, l’assessore Giuseppe Tarantino, il comandante della polizia locale Cosimo Tarantino e il consigliere, con delega alla sicurezza, Salvatore Antonazzo. Prime di entrare nel merito di alcune questioni specifiche sulla sicurezza e il controllo del territorio, il questore si è soffermato a ricordare alcuni aneddoti che lo legano personalmente al Salento e alla città neretina in particolare. “La città di Nardò mi richiama dolci ricordi della mia infanzia a Napoli” ha racconta il questore D’Angelo, “era originaria di Nardò la zia Chiara, un’amica di famiglia alla quale ero molto legato. Ci vengo per la prima volta e mi porta qui il mio nuovo impegno professionale, ma anche per quel legame avverto qui qualcosa di famigliare”.

Il sindaco Risi, che non aveva previsto la dolce finestra sui ricordi, ha fatto gli onori di casa, presentando al nuovo capo della polizia la città di Nardò e le sue frazioni. Un territorio molto vasto che impone, a chi si occupa di sicurezza, una organizzazione scientifica e una capillare distribuzione delle risorse. “L’amministrazione comunale è molto soddisfatta della collaborazione con la Polizia di stato, diretta nella città da Pantaleo Nicolì, del quale apprezziamo competenza e zelo”, ha dichiarato il primo cittadino. “Sono molto contento di verificare che in questa città vi è una forte collaborazione fra amministrazione comunale e forze dell’ordine” ha replicato il questore, “da parte mia assicuro fin da ora la mia disponibilità personale perché questa collaborazione si rinsaldi e prosegua nell’interesse della comunità di Nardò”.

Nell’incontro si sono affrontati i temi legati alla microcriminalità, della necessità di un adeguato controllo del centro urbano e delle frazioni e delle misure preventive da adottare per il benessere e la civile convivenza dei cittadini. Durante il confronto, richiamando recenti esperienze del suo incarico da poco concluso a Nuoro, il questore D’Angelo ha proposto l’organizzazione di iniziative sul versante dell’educazione alla legalità, che coinvolgano in modo particolare le scuole.

Saranno appontante in collaborazione con il vicesindaco Carlo Falangone che detiene le deleghe specifiche all’istruzione e alle politiche sociali e alla famiglia. L’assessore Tarantino e il comandante della polizia locale hanno invece illustrato le misure adottate sul versante del potenziamento della videosorveglianza. Nei prossimi giorni infatti, dopo il via libera della giunta ad inizio settimana, nuove videocamere saranno installate in piazza Battisti, nei pressi del municipio e della fontana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il questore D’Angelo in visita al Comune di Nardò. “Sinergia per la sicurezza”

LeccePrima è in caricamento