Giovedì, 29 Luglio 2021
Nardò

In sei per rubare ferro nella zona industriale, ma il colpo fallisce: arrestati

Ad attendere il gruppo c'erano i carabinieri della stazione di Nardò, che nella tarda serata di ieri li hanno sorpresi in flagranza di reato. Avrebbero tentato la fuga ma senza successo. La procura ha disposto per loro gli arresti domicialieri

Foto di archivio

NARDO’ – Un gruppo composto da sei persone e bene organizzato, non tanto per compiere il furto del secolo, ma ferro custodito in un capannone della zona industriale di Nardò. Ma qualcosa per loro non ha funzionato, come invece avrebbero voluto, perché ad attenderli, nella tarda serata di ieri, c’erano i carabinieri della stazione di Nardò, che hanno sorpreso i sei in flagranza di reato. E per tutti, già noti alle forze dell’ordine, è scattato l’arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso. Il pm di turno della Procura di Lecce ha disposto per loro i domiciliari, in attesa della convalida del provvedimento. Si tratta dei neretini Marco Caracciolo, 28 anni, Giovanni Lezzi e Massimiliano Garacci , entrambi 27enni, Ivan Gaballo (22), Cosimo D’Amato 26 anni e Massimiliano Bertuzzi (33), quest’ultimo di Aradeo. 

Per entrare nel capannone, di proprietà di un imprenditore di 34 anni, del luogo, hanno tagliato il portone di ingresso servendosi  della fiamma ossidrica, utilizzata anche per tagliare altre attrezzature di ferro che si trovavano all’interno della struttura, così da rendere il materiale facilmente trasportabile. 

E giacché c’erano, si sono dati da fare a rubare anche alcuni attrezzi, insieme a rame ed alluminio. Ma proprio mentre era a “lavoro” i carabinieri sono intervenuti, riuscendo a bloccare il gruppo nonostante abbia tentato la fuga. Inutilmente,  per il sopraggiungere di altri militari che, nel frattempo,  avevano circondato la zona e bloccato ogni via di fuga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sei per rubare ferro nella zona industriale, ma il colpo fallisce: arrestati

LeccePrima è in caricamento