rotate-mobile
La cerimonia / Nardò

Inaugurato in Corso Galliano il monumento dedicato ai Caduti di Nassiriya

L’opera, in corten e acciaio, si compone di un unico volume tridimensionale a forma di lettera U sulla cui estensione spiccano 19 stelle, ciascuna apposta in memoria delle vittime dell’attentato kamikaze in Iraq

NARDO’ - Come da programma annunciata nella mattina di govedì, in Corso Galliano, si è svolta la cerimonia per l’inaugurazione del monumento dedicato ai Caduti di Nassiriya. Commissionato dall’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Nardò, il monumento è stato realizzato dallo scultore locale Daniele Dell’Angelo Custode per ricordare la data del 12 novembre 2003, quando a Nassiriya, in Iraq, nella base “Maestrale”, sede del Reggimento Msu, in un attentato terroristico, furono uccisi 19 italiani tra cui 12 carabinieri.

Il monumento, che campeggia ora in una delle piazzette centrali del corso, è stato eretto per ricordare, commemorare e consegnare ad imperitura memoria il tragico attentato; episodio indelebile della storia dell’Arma dei Carabinieri e nella memoria sociale e civile.

L’opera, in corten e acciaio, si compone di un unico volume tridimensionale a forma di lettera U sulla cui estensione spiccano 19 stelle di acciaio, ciascuna apposta in memoria delle vittime dell’attentato kamikaze.

IMG-20240530-WA0015

E’ stata illustrata dalla professoressa Maria Agostinacchio, docente di storia dell’arte presso il liceo Artistico e Coreutico “Ciardo-Pellegrino” di Lecce,  e simboleggia il segno matematico dell’Unione degli insiemi in cui i due bracci dialogano in contatto eterno tra chi ha perso la vita e chi, con determinazione e senso del dovere, ha continuato la missione in quella terra lontana.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il prefetto, Luca Rotondi, il sindaco di Nardò, Giuseppe Mellone con assessori e consiglieri, il comandante della Scuola di Cavalleria dell’Esercito Italiano, Claudio Dei, il comandante della Legione Carabinieri “Puglia”, Ubaldo Del Monaco, rappresentanti delle forze di polizia, il presidente dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri, sezione di Nardò, Mario Guagnano, ed una nutrita rappresentanza delle varie associazioni combattentistiche della provincia.

Erano inoltre presenti numerosi alunni dell’istituto scolastico neretino “Renata Fonte”, accompagnati dai loro insegnanti.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

IMG-20240530-WA0018

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato in Corso Galliano il monumento dedicato ai Caduti di Nassiriya

LeccePrima è in caricamento