menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nel punto in cui sono divampate le fiamme, questa mattina una grossa macchia nera sull'asfalto.

Nel punto in cui sono divampate le fiamme, questa mattina una grossa macchia nera sull'asfalto.

Nardò, il caso di via Parini: terza auto in fiamme in un anno

Di notte distrutta una Seat Ibiza usata da una 24enne. Sul posto vigili del fuoco e polizia. Ma non è il primo episodio. Nella stessa strada già bruciate nel tempo una Panda un'Idea. E c'è qualche coincidenza temporale

NARDO’ – Lei, una giovane di 24 anni, ha parcheggiato l’autovettura verso mezzanotte vicino casa. Circa due ore dopo l’ha ritrovata completamente avvolta dalle fiamme. Ed è stato impossibile salvarla. I vigili del fuoco, arrivati con una squadra da Lecce, hanno potuto solo spegnere il rogo e scoingiurare ulteriori rischi.

L’ennesimo incendio di un’autovettura s’è verificato, questa volta, a Nardò, in via Parini, area di edilizia popolare. Non c’è verso, per il momento, di stabilire le cause che hanno provocato le fiamme su una Seat Ibiza, peraltro piuttosto datata, e che è andata del tutto distrutta.

I vigili del fuoco non hanno trovato inneschi, bottiglie, tracce di liquido infiammabile. Qualsiasi eventuale oggetto o traccia potrebbe essere stato cancellato dal fuoco stesso.

Sul posto è arrivata anche una volante del commissariato di polizia locale. La Seat era in uso alla ragazza, anche se intestata al padre. Sebbene il dolo non sia stato accertato, gli agenti hanno comunque domandato se vi siano sospetti su qualcuno. Non sarebbe stato riferito nulla di particolare.           

Lo strano caso di via Parini 

Nardò è uno dei centri in provincia di Lecce dove, negli ultimi anni, il fenomeno di veicoli bruciati ha avuto una particolare recrudescenza, al punto che nel 2016 il sindaco Pippi Mellone scrisse anche al prefetto.

Non solo. Entrando ancor più nel dettaglio, per la sola via Parini si tratta del terzo incendio in un anno. Un anno esatto. Già, perché andando a spulciare le cronache a ritroso, ci s'imbatte in un aspetto inquietante, una coincidenza cronologica che ha quasi dell’incredibile: era esattamene la notte fra il 16 e il 17 febbraio del 2017 quando, in quella via, andò a fuoco una Fiat Panda intestata a un 70enne del posto.

Quella notte accadde anche altro

Quella stessa notte, sempre a Nardò, ma in pieno centro (via Duomo) finì in fiamme anche una Citroen Xsara di un commerciante. Per questo secondo episodio, gli agenti di polizia del commissariato neretino, nel corso delle indagini, sono poi riusciti anche a risalire al presunto autore, un 23enne, per il quale a giugno dell’anno scorso scattò l’arresto. Mentre il caso di via Parini è rimasto insoluto.

Un altro episodio ai primi di maggio

E non è tutto. Proseguendo le ricerche, si scopre che alle prime ore del 7 maggio del 2017, sempre in via Parini, andò in fiamme anche la Fiat Idea di una donna di 53 anni. Mentre altrove, quasi nello stesso momento, alcuni vandali presero di mira diversi pullman delle Ferrovie Sud Est, rompendo vetri e spalancando porte. Esiste un filo logico che collega gli episodi di via Parini? Domanche che si sicuramente gli investigatori dovranno porsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento