Lunedì, 14 Giugno 2021
Nardò Strada provinciale Nardò- Sant'Isidoro

Schianto all’alba su una rotatoria. Grave una coppia, lui ubriaco alla guida

Un incidente si è verificato, intorno alle 5, sulla strada provinciale che collega Nardò a Sant'Isidoro. Un 21enne e una ragazza di un anno più giovane, sono finiti contro la barriera: lui si trova nell'ospedale di Lecce, la 20enne a Copertino. Sul posto, i carabinieri del Norm di Gallipoli: per il giovane è scattata la denuncia

La rotatoria in cui è avvenuto l'impatto (Foto di Antonio Quarta)

NARDO’ – Sono finiti entrambi in prognosi riservata, dopo un violento scontro che si è concluso anche con la denuncia del conducente. L’ennesimo incidente è avvenuto all’alba, intorno alle 5, sulla strada provinciale che collega Sant’Isidoro a Nardò. Una coppia, a bordo di una Fiat Punto, è finita su una rotatoria senza, fortunatamente, coinvolgere altri mezzi.

Si tratta di D.L.G., 21enne e di una ragazza di un anno più giovane, F.E., entrambi di Copertino. Soccorsi da alcuni passanti, i quali hanno allertato i soccorsi, i due sono stati accompagnati rispettivamente in codice rosso, e giallo, presso gli ospedali di Lecce e  Copertino, dove sono scattati gli accertamenti sanitari.foto 1-23-28

La ragazza ha riportato alcune fratture alle costole, il 21enne sarebbe invece sotto osservazione nel reparto di Chirurgia plastica, per le numerose lesioni riportate a seguito dell’impatto contro la barriera. Entrambi sono tenuti in prognosi riservata. Il test alcolemico che il ferito ha eseguito, tuttavia, è risultato positivo: il tasso, di gran lunga superiore a quello consentito dalla legge gli è costata una denuncia. I rilievi sul teatro del sinistro sono nelle mani dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli, diretta dal capitano Michele Maselli, sopraggiunti assieme ai vigili del fuoco del distaccamento di Veglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto all’alba su una rotatoria. Grave una coppia, lui ubriaco alla guida

LeccePrima è in caricamento