menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La villa in cui si è verificata la tragedia.

La villa in cui si è verificata la tragedia.

Perde il controllo dello scooter, finisce sul selciato di casa: trovato senza vita

La tragica scoperta all’alba, a Santa Caterina: nulla da fare per un 68enne del luogo, ormai senza vita. L’ispezione cadaverica stabilirà se si sia trattato di un malore o di una distrazione a provocare la morte

SANTA CATERINA (Nardò)– Perde il controllo dello scooter sul viale di casa, precipita dalla rampa e perde la vita. Potrebbe essere stato un malore a determinare la violenta caduta del mezzo condotto da Raffaele Sanasi, pensionato di 68 anni. L’uomo, ormai senza vita, è stato trovato all’alba di oggi, all’ingresso della sua abitazione di Santa Caterina, in vico dei Fiori, nella località denominata "Case Serene".

Sono stati i carabinieri della stazione locale, allertati da un automobilista di passaggio, a trovarlo riverso in giardino. Per lui, purtroppo, non vi era più nulla da fare. A nulla è valso infatti l’intervento degli operatori del 118, i quali speravano di poter ancora effettuare le manovre di rianimazione: ai sanitari non è rimasto che constatare il decesso dell’uomo. Visto lo strato di umidità riscontrato sulla carrozzeria del motociclo, l’uomo deve essere scivolato con ogni probabilità nella tarda serata di ieri, al momento del rientro.

Il mezzo a due ruote, caduto dalla rampa di ingresso nel giardino di sotto, è finito su un cumulo di pietre.  Difficile stabilire se a provocare la sua morte sia stato un malore o lo schianto sul selciato: a stabilirlo sarà l’accertamento da parte del medico legale. A breve, infatti, sarà effettuata una ispezione cadaverica sulla salma del 68enne, per stabilire con certezza che cosa abbia determinato una morte simile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento