rotate-mobile
Nuova figura per i servizi sociali / Nardò

Integrazione e inclusione sociale, s’insedia garante dei diritti dei diversamente abili

Dopo la nomina del consiglio nel maggio scorso si presenta la nuova figura di tutela del Comune di Nardò. Si tratta dell’ex consulente del lavoro, Sabrina Rizzo, che oggi si occupa a tempo pieno di volontariato, famiglie vulnerabili e disabilità

NARDO’ - Dopo la nomina nel maggio scorso da parte del consiglio comunale, sarà presentata ufficialmente e si insedierà a palazzo di città la nuova garante dei diritti delle persone diversamente abili del Comune di Nardò. Si tratta di Sabrina Rizzo, cinquantenne neretina, che da cinque anni vive una condizione di disabilità, pronta a lavorare sui temi dell’integrazione e inclusione sociale.  

Secondo il regolamento in materia, infatti, il garante esercita la sua attività con l’obiettivo di affermare il principio di uguaglianza sostanziale fissato dalla Costituzione, favorire l’autonomia, la piena integrazione e l’inclusione sociale delle persone con disabilità, promuovere la salute, il benessere e la qualità della vita della comunità locale, assicurare tutela alle persone con disabilità residenti o presenti nel territorio comunale, migliorare l’assistenza e l’accessibilità dei servizi comunali.

Come detto, Sabrina Rizzo è stata designata a maggio scorso dal consiglio comunale neretino tra i nominativi di una lista composta a seguito di un bando del settore dei Servizi sociali.

In passato ha esercitato la professione di consulente del lavoro, e oggi si occupa a tempo pieno di volontariato, di famiglie vulnerabili, di disabilità e di progetti di inclusione attraverso l’associazione “Portatori sani di sorrisi”. È sposata, ha tre figli, nei mesi scorsi ha fatto un lungo stage al Parlamento europeo e si è confrontata, tra gli altri, con la presidente Roberta Metsola sui temi dell’inclusione e delle pari opportunità.

“La nostra Sabrina” dice con soddisfazione l’assessore Maria Grazia Sodero, “è una figura competente ed esperta e sarà un punto di riferimento per noi, che potremo contare sul punto di vista non solo di una persona che vive una condizione di disabilità, ma che da anni lavora sul fronte dell’inclusione, dell’autonomia e dell’integrazione. Dovrà raccogliere bisogni, richieste e suggerimenti delle persone con disabilità, dovrà sensibilizzare le istituzioni e la comunità sui diritti di queste persone, dovrà aiutarci ad accorciare la distanza dalla tanto agognata condizione di normalità. La città dei diritti che vogliamo e che costruiamo ogni giorno non può prescindere da una figura come questa”.

La cerimonia di insediamento è prevista per il prossimo giovedì, 12 ottobre alle 17, presso sede comunale di via Falcone (ex tribunale). Alla presentazione interverranno, oltre alla garante e alla vicesindaca Sodero, anche l’europarlamentare Chiara Maria Gemma, la campionessa paralimpica Grazia Turco, il presidente dell’associazione “Portatori sani di sorrisi” e garante per il Comune di Collepasso, Pierangelo Muci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Integrazione e inclusione sociale, s’insedia garante dei diritti dei diversamente abili

LeccePrima è in caricamento