Nardò

Il M5S spinge la raccolta differenziata. E propone le compostiere collettive

Un atto d’indirizzo del movimento pentastellato di Nardò è stato indirizzato al sindaco Risi e alla sua giunta per promuovere il compostaggio nelle aree verdi della città coinvolgendo famiglie e associazioni. “Sconti sulla Tari del 20 per cento”

NARDO’ – Sfruttando il vento favorevole dell’incremento della soglia della raccolta differenziata in città, il Movimento 5 stelle di Nardò ha predisposto una delibera da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale per promuovere il compostaggio domestico collettivo. Si tratta di un atto di indirizzo che, come spiegano i referenti pentastellati neritini Giovanni Agrosì e Marco Indraccolo, se fatto proprio dal sindaco Marcello Risi e dalla sua giunta potrebbe far ottenere ai cittadini dei risparmi sulla Tari pari al 20 per cento.

Questa  mattina quindi gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Nardò hanno protocollato a palazzo Personè l’atto d’indirizzo per promuovere questo progetto di compostaggio collettivo negli spazi verdi della città, per coinvolgere anche chi non ha siti e giardini privati o condominiali disponibili.  Al sindaco Risi ed al suo esecutivo è stato quindi chiesto di dare mandato al dirigente del settore Ambiente, oltre alla redazione del progetto, anche di individuare, attraverso il servizio Verde pubblico, gli spazi idonei in corrispondenza di ville e giardini pubblici dove collocare le compostiere collettive utili a ricevere i rifiuti organici delle utenze domestiche. Per ogni sito potranno essere coinvolte un massimo 15 famiglie, individuando un responsabile tra gli stessi nuclei familiari o tra le associazioni volontarie del settore.

Prot Istanza-2E sempre in tema di istanze e progetti  finalizzate a fornire benefici ai cittadini e all’ambiente, nel corpo della stessa proposta di delibera, il M5S invita la ditta “Bianco”, che attualmente gestisce il servizio di igiene ambientale in città, ad adottare azioni idonee ad incrementare ancora di più la percentuale della raccolta differenziata. Il tutto attraverso il potenziamento della comunicazione sul servizio della raccolta differenziata avviato già dal maggio scorso e in particolare sulla possibilità di ottenere anche le compostiere domestiche in comodato d’uso gratuito, ottenendo così uno sconto del 20% sulla Tari, e sul sistema di pesatura all’interno del Centro comunale di raccolta che prevede meccanismi di premialità a chi conferisce frazioni differenziabili di rifiuti.  

“Sarebbe questo un atto importante per incentivare la raccolta differenziata e ridurre i costi del servizio” spiegano altresì Agrosì e Indraccolo, “coinvolgendo sempre più cittadini nelle pratiche di differenziazione ed utilizzo dei rifiuti, con il doppio vantaggio per le famiglie di ottenere sconti sui relativi tributi e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente ed alla tutela igienico-sanitaria”. Il Movimento cinque stelle ha chiesto altresì al comando della polizia locale di intensificare anche i controlli sull’abbandono dei rifiuti e sul corretto conferimento per la raccolta differenziata. Quest’ultima secondo i recenti dati forniti dall’amministrazione comunale in soli cinque mesi ha già superato la soglia del 25 per cento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S spinge la raccolta differenziata. E propone le compostiere collettive

LeccePrima è in caricamento