Notizie da Nardò

Luminarie e spettacolo di luci in piazza Salandra per rendere “normale” il Natale

Con l’accensione del “Christmas Light Festival” l’amministrazione comunale di Nardò ha dato il via al clima natalizio pur nella complessa situazione epidemiologica. C’è anche il trenino

NARDO’ - Nonostante il periodo alquanto difficile e opprimente dell’emergenza epidemiologica anche nella città di Nardò si accende e si colora l’atmosfera natalizia senza perdere di vista il messaggio di raccomandazione  corale al rispetto delle norme  anticontagio. Da questo pomeriggio, e dopo le prove tecniche dei giorni scorsi, piazza Salandra si è illuminata ufficialmente con il “Christmas Light Festival”, lo spettacolo di luci a cura della società Music Empire proposto e accolto dall’amministrazione comunale.

Come già intravisto con le prove dei giorni scorsi, tra pareri positivi e qualche nota di dissenso dai puristi dell’ inviolabilità dell’arte barocca della piazza,  dei proiettori architetturali illuminano tutti gli edifici che compongono il perimetro dell’agorà neritina, con progetti grafici personalizzati su ogni singola facciata. Senza intaccare, modificare o deturpare il muro di costruzioni e monumenti.

Uno spettacolo che vuole portare anche un messaggio positivo in questo Natale particolare e di “traino” alla visibilità della città e del sistema economico locale, secondo le intenzioni degli amministratori di Nardò che si ricandideranno alla guida della città. Il festival andrà avanti sino all'Epifania, peraltro in una piazza larga e capiente che dovrebbe scongiurare il rischio di assembramenti. Musiche natalizie in filodiffusione completeranno l’atmosfera natalizia della nuova veste della piazza principale del centro storico. 

A partire dalle 17 di oggi si sono accese anche le più tradizionali luminarie nel resto della città. Nella mappa del progetto del Comune figurano infatti le arterie del centro storico e tutte quelle commerciali o di grande viabilità, fino alle marine: via Duomo, corso Garibaldi, via De Pandi, piazzetta delle Erbe e corso Vittorio Emanuele fino a piazza della Repubblica e largo Osanna nel centro storico; via Grassi, via Generale Cantore, via Pilanuova, corso Galliano, via XXV Luglio, via Bonfante, via Marinai d’Italia, via Volta, via Roma, via Regina Elena, via Due Aie, via Duca degli Abruzzi, via XX Settembre e via De Gasperi nel centro urbano.

Luci anche nelle marine di Santa Maria al Bagno e Santa Caterina e nella frazione di Boncore. Fiocchi, stelle, archi e punti luminosi adornano le strade, gli alberi, gli ingressi della parte antica e altri punti strategici. Un albero di Natale da otto metri è posizionato anche all’ingresso del castello in piazza Battisti.

A cura del Rotary Club Nardò, invece, è stato installato un grande albero di Natale in via XX Settembre, a cura della ditta Arte e Luce di Muro Leccese. Un abete con luminarie di particolare pregio nel cuore commerciale della città.

“In un momento storico così complesso” commenta l’assessore al Turismo e alle Attività produttive, Giulia Puglia, “crediamo nell’importanza di mandare un messaggio forte, positivo, di speranza. Vogliamo aiutare il sistema economico della nostra città con la spinta di un evento come il Christmas Light Festival che è sinonimo di bellezza, che amplifica il fascino della nostra piazza e che può essere goduto senza rischi, protraendosi per oltre 40 giorni in una piazza larga e capiente. Noi non vogliamo che a Natale la città resti spenta, come purtroppo è accaduto in un passato nemmeno troppo lontano”.

Contestualmente, anche con le restrizioni che impongono spostamenti quanto più contenuti, si è cercato di offrire qualche momento di svago anche per i più piccoli, nel rispetto delle norme legate al contenimento della diffusione del coronavirus. Sempre da questo fine settimana è ripartito infatti il trenino lillipuziano di Salento Open Tour con il suo “cammino” nelle strade della città e durante tutto il periodo natalizio. Ogni sabato e domenica, ma anche il giorno dell’Immacolata e quello della Befana, il mezzo da 28 posti, dedicato principalmente ai bambini, partirà da piazza Salandra e percorrerà le principali vie della città. Il giro per la città dura 40 minuti circa (il primo alle 17, l’ultimo alle 20 circa) e a bordo ci saranno animazione e divertimento.     

Cosa fare per prendere il trenino di Natale? Occorre prenotare la corsa, che è gratuita, chiamando i numeri di telefono 0833/836928 e 327/7513787, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica infoturismonardo@gmail.com oppure di persona all’Infopoint di piazza Salandra. Prima di salire a bordo, bisogna procedere alla registrazione presso l’Infopoint, quindi igienizzare le mani, sottoporsi alla misurazione della temperatura e ovviamente indossare la mascherina. Le sedute, a file di quattro, saranno separate da un pannello e il mezzo non avrà chiusure laterali per consentire l'aerazione continua.

“È un Natale particolare” aggiunge l’assessore alla Cultura, Ettore Tollemeto, “in cui molte cose saranno diverse dal solito. Abbiamo pensato che probabilmente a tutti mancherà un pizzico di spensieratezza, allora è giusto perlomeno non perdere quell’atmosfera tipica di questo periodo dell’anno. Non ci saranno i soliti eventi di Natale, ma così anche una semplice passeggiata diventerà speciale, a patto di usare distanziamento e buon senso. Credo che il Christmas Light Festival, così come le luminarie, rendano la nostra città più bella, senza intaccare il patrimonio architettonico. E di bellezza abbiamo bisogno, quest’anno più che mai”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Paura nella notte: fulmine su palazzina sveglia i residenti, danni a elettrodomestici

  • Rapina in pizzeria in via Leuca: escalation di episodi criminali nella zona

Torna su
LeccePrima è in caricamento