Sabato, 24 Luglio 2021
Nardò

Minacce e botte per avere i soldi: l'incubo di una donna, suo figlio

Un 16enne arrestato dai carabinieri. I fatti andavano avanti da tempo. Ieri la denuncia, dopo l'ennesima richiesta estorsiva, di 250 euro. Ha tentato anche di colpire la madre con una sedia, per poi sfasciare la stanza da letto

 

NARDO’ – Minacce e sedie gettate per aria, una stanza messa a soqquadro, gioielli spariti da casa e continue richieste di denaro. L’incubo quotidiano di una donna di Nardò era proprio suo figlio, 16enne, C.G., che, a detta della stessa vittima, stanca di subire intimidazioni e ritorsioni, farebbe da tempo uso di stupefacenti. Ieri pomeriggio, un capitolo di questa triste storia, così simile a tante altre, s’è concluso con l’arresto del minorenne, condotto dai carabinieri della stazione locale presso il centro di prima accoglienza per minori di Lecce.

I militari, giunti nell’abitazione su segnalazione della stessa donna, hanno appurato che il ragazzo avrebbe tentato di estorcere soldi, più volte nel tempo, dando in escandescenza di fronte ai dinieghi e arrivando persino ad alzare le mani.

Ieri, dunque, l’ennesima richiesta, di ben 250 euro. Al netto rifiuto opposto della madre, la furiosa reazione: prima il 16enne avrebbe tentato di colpirla con una sedia, per poi passare a sfogarsi sulle suppellettili della sua stessa stanza da letto. In mezzo a quel pandemonio, la donna ha avuto il coraggio di chiamare il 112. Il ragazzo, a quel punto, ha pensato bene di fuggire, trovando riparo in casa di un amico. Ed è qui, infatti, che è stato rintracciato e arrestato, dopo che la madre, presentatasi in caserma con il padre, ha formalizzato denuncia, dichiarando anche che dalla sua abitazione mancavano svariati monili in oro.

Sentito il sostituto procuratore di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Lecce, il giovane è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza sulla via per Monteroni di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e botte per avere i soldi: l'incubo di una donna, suo figlio

LeccePrima è in caricamento