Nardò

Attenzioni morbose durante le partite allo stadio. Arrestato un 76enne

Un uomo di Nardò è stato ristretto ai domiciliari, con l'accusa di violenza sessuale continuata e aggravata. Un bambino di 10 anni e un ragazzino di 12 le vittime dei presunti abusi dell'anziano

Lo stadio di Nardò

NARDO’ – E’ stato arrestato dai carabinieri di Nardò, con l'accusa di violenza sessuale continuata e aggravata nei confronti di due minori. Gli atteggiamenti sospetti di A.C., 76enne del luogo, erano stati notati ormai da tempo dai militari dell’Arma, durante alcune manifestazioni sportive, portando ad una serie di pedinamenti e accertamenti circa la sua condotta.

L’anziano aveva dimostrato particolari attenzioni nei confronti di due ragazzini di appena 10 e 12 anni, in occasione delle partite di calcio che si disputavano nel campo sportivo comunale neretino.

Già dal primo episodio, che risale allo scorso mese di novembre, gli inquirenti avevano avviato complesse ed approfondite indagini che, sempre preservando e tutelando al massimo le piccole vittime coinvolte - attraverso servizi mirati di osservazione, pedinamento e controllo, e di ascolto dei bimbi coinvolti -  hanno consentito di raccogliere tutti gli elementi necessari ad attribuire all’uomo i reati contestati.

Il provvedimento di ordinanza di custodia cautelare, emesso nella giornata di giovedì, è stato eseguito dagli uomini in divsa già nel corso della giornata di oggi, tenuto conto della potenziale pericolosità sociale del 76enne e della eventuale reiterazione del reato. L’uomo, dopo la notifica del provvedimento ed espletate le formalità di rito, è stato ristretto agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attenzioni morbose durante le partite allo stadio. Arrestato un 76enne

LeccePrima è in caricamento