Notizie da Nardò

Abbandono di rifiuti, multe da mille e 200 euro per due “sporcaccioni”

Sanzioni e controlli a Nardò, tra periferia e ingresso della Palude del Capitano. Gli ispettori ambientali sono risaliti ai trasgressori tramite elementi mimetizzati nella spazzatura

NARDÒ – Nessuna tregua concessa agli “sporcaccioni” nel territorio di Nardò. Dopo le svariate sanzioni delle scorse settimane, scaturite da verifiche mirate, gli ispettori ambientali tornano a multare: due cittadini dovranno pagare 600 euro a testa per abbandono di rifiuti. Alcuni sacchi, in periferia e all’ingresso della Palude del Capitano, sono stati infatti scoperti giorni addietro, nel corso di ordinari controlli.

L'ispezione dei sacchi ha confermato i sospetti, ma anche consentito di risalire agli autori del gesto incivile. Le verifiche, tuttavia, non si fermano qui e proseguiranno su tutto il territorio neretino anche nei prossimi giorni. A tal proposito, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un indirizzo di posta elettronica ad hoc per poter denunciare e segnalare attività sospette in materia di rifiuti. E non è tutto. Per rendere ancora più efficace la lotta all’abbandono incontrollato della spazzatura, il municipio ha distribuito di recente dei sacchi per la raccabbandono rifiuti_palude del capitano-2olta di rifiuti organici e indifferenziati agli operatori del mercato settimanale, in particolare agli ambulanti del settore alimentare.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Serve molto impegno da parte nostra - dicchiara l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio - e anche la collaborazione di tanti cittadini sensibili e civili che con le loro segnalazioni possono contribuire concretamente alla lotta agli incivili. Non possiamo mollare di un centimetro perché abbiamo il dovere assoluto di difendere l’ambiente che circonda. Questa piaga degli abbandoni è avvilente e ci costringe ad un’attività quotidiana per stanare i responsabili. Spero che almeno le multe salate possano far desistere qualcuno”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento