Nardò Nardò

Nardò, tornano parcheggi a pagamento. Ausiliari ex Lsu

Nuova delibera del commissario D'Onofrio che reintroduce la sosta a pagamento in città e nelle marine. La ditta aggiudicataria dovrà impiegare i lavoratori ex Bianco. Controlli sui lavori pubblici

Il palazzo comunale di Nardò.

NARDO' - Dei parcheggi a pagamento in quel di Nardò da tempo era rimasto solo il colore sbiadito degli stalli blu sparsi nei vari punti della città. Il servizio non era più stato rinnovato dopo una primo periodo di sperimentazione delle aree di sosta tariffate. Il Comune aveva deciso di non proseguire con l'iniziativa e molte delle aree già predisposte e tappezzate con le rinomate strisce blu sono ben presto ritornate di fatto ad essere zone di parcheggio libero. Ora invece i parcheggi a pagamento faranno ben presto ritorno tanto nelle vie cittadine, dalla zona della villa di via XX Settembre, a via duca degli Abruzzi, viale Grassi e corso Gagliano ma finanche nelle marine. Con la recente delibera firmata appena ieri dal Commissario Prefettizio, Giovanni D'Onofrio, infatti è stato istituito nuovamente proprio il servizio di parcheggi a pagamento in tutto il territorio comunale e le zone delle marine.

Il provvedimento a quanto riferito da Palazzo Personè, tiene conto della necessità di regolamentare la circolazione veicolare su tutto il territorio, anche in zone come Portoselvaggio o del Frascone, e della volontà anche di risolvere la vertenza dei lavoratori ex Lsu della ditta Bianco Igiene Ambientale, espressa anche dall'amministrazione precedente. Con la prossima riattivazione del servizio di sosta tariffata e con il provvedimento ad hoc é stato, infatti, conferito mandato al dirigente del settore polizia locale per l'indizione di una gara che preveda l'obbligo per la ditta aggiudicataria di reclutare gli Ausiliari del Traffico tra gli ex Lsu. Il servizio funzionerà con dispositivi elettronici centralizzati di controllo della durata, mentre sarà un apposito piano di segnalamento, che sarà adottato in seguito, a individuare in maniera precisa le vie interessate dal servizio. La delibera commissariale in questione disciplina le tariffe del servizio, prevede la possibilità di abbonamenti o il rilascio di tessere prepagate ai residenti o titolari di attività nel centro abitato. Il provvedimento approva anche un regolamento relativo alle ipotesi di ticket scaduto.

E sempre su direttiva del commissario prefettizio è stato avviato in questi giorni un controllo capillare sulle strade cittadine, attraverso l'azione congiunta di dirigenti e tecnici dei settori Lavori Pubblici e Polizia Locale, per accertare eventuali situazioni di ripristino non a regola d'arte del manto stradale, finalizzati ad appurare l'esistenza di autorizzazione all'esecuzione dei lavori da parte delle ditte aggiudicatarie di lavori per interramento di servizi. Dagli esiti dei sopralluoghi potrebbe derivare, se verranno accertate inadempienze, l'applicazione di sanzioni da parte del Comando di Polizia municipale, oltre all'obbligo di ripristino del manto stradale. Sarà comunque assunto un apposito regolamento da parte del commissario D'Onofrio, per la disciplina dell'intera materia.

Intanto risultano intensificate le misure decise dall'amministrazione prefettizia per eliminare situazioni di grave pericolo alla circolazione causati da buche o strade sconnesse. Le strade di Nardò soprattutto dopo il maltempo di questi giorni sono tornate ad essere dei veri e propri sentieri di guerra con buche e "crateri" che costituiscono un serio pericolo per gli automobilisti.


Infine sempre nell'ambito della sicurezza stradale rientrano le azioni di controllo già concordate con il Comando dei vigili urbani: nel solo mese di ottobre, nelle zone più a rischio della città e del territorio, sono state elevate 110 sanzioni per eccesso di velocità, mancato uso delle cinture di sicurezza ed uso del telefonino alla guida, è stata ritirata una patente e sono stati disposti quattro sequestri per guida senza copertura assicurativa. Per quanto attiene, infine, il campo commerciale, al fine di contrastare la diffusa illegalità che insiste nel settore, sono stati elevati numerosi verbali a carico di venditori ambulanti irregolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò, tornano parcheggi a pagamento. Ausiliari ex Lsu

LeccePrima è in caricamento