Mercoledì, 4 Agosto 2021
Nardò

Nella cattedrale in pieno giorno. Ladri in fuga con la croce del santo patrono

Alcuni individui, nella mattinata di sabato, si sono introdotti nel luogo di culto, a Nardò. Hanno strappato il prezioso oggetto, di oro e smeraldi, dalla statua di San Gregorio Armeno, protettore della città. Indaga la polizia

La cattedrale di Nardò

NARDO’ – L’attività dei ladri, sempre più diffusa e fiorente, non risparmia neppure i luoghi di culto. L’ultimo episodio, in ordine di tempo, si è verificato a Nardò, nella mattinata di sabato.

Alcuni individui, infatti, si sono introdotti nella cattedrale della cittadina. Non avevano né intenti contemplativi, né quelli, a quanto pare, di redimersi. Hanno asportato una croce d’oro e smeraldi, della misura di circa 13 centimetri, strappandola alla statua di San Gregorio Armeno, patrono neretino.

Ad accorgersi del furto, il parroco della chiesa, il quale si è rivolto agli agenti del commissariato locale, sperando che il “sacro” bottino venga recuperato a stretto giro.

I poliziotti, coordinati dal vicequestore aggiunto, Pantaleo Nicolì, sono accorsi assieme agli uomini della scientifica e della squadra mobile, per eseguire una serie di rilievi utili alle indagini. Da una prima ricostruzione, il prezioso oggetto, che ha un valore di svariate centinaia di euro, sarebbe stato fatto sparire in un’ora compresa tra le 10 e le 11,30. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella cattedrale in pieno giorno. Ladri in fuga con la croce del santo patrono

LeccePrima è in caricamento