Domenica, 26 Settembre 2021
Nardò Nardò

Rifiuti speciali e tettoia abusiva nel cantiere nautico. E scattano i sigilli

I carabinieri del Noe hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza un’area di circa 500 metri quadrati. Qui, secondo le contestazioni, sarebbe stata avviata un’attività di gestione non autorizzata di scarti della lavorazione. Segnalato il titolare

NARDO’ - Residui di legno e vetroresina, scarti provenienti dalla costruzione e dalla riparazione di imbarcazioni. E ancora: rifiuti metallici, pneumatici fuori uso, imballaggi di plastica contenenti sostanze pericolose, contenitori giù utilizzati per diluenti e vernici.

Questo e altro ancora hanno trovato i carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce in un cantiere nautico situato in località “Salmenta”, non lontano da Porto Cesareo, ma a livello territoriale zona ricadente in agro di Nardò.

20151001_131814-2I militari diretti dal maggiore Nicola Candido hanno così sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza un’area di circa 500 metri quadrati. Qui, secondo le contestazioni, sarebbe stata avviata un’attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali, pericolosi e non.

Nel corso del sopralluogo, i carabinieri hanno anche sequestrato una tettoia di circa 100 metri quadrati. Sarebbe stata realizzata senza autorizzazione e sotto di questa sarebbe sorta una specie di deposito.    

Al termine del controllo ambientale il titolare è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce. Il Noe contesta le violazioni del deposito incontrollato di rifiuti, dell’attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali e l’abusivismo edilizio, per la tettoia. Il valore complessivo dei beni ammonta a 50mila euro.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti speciali e tettoia abusiva nel cantiere nautico. E scattano i sigilli

LeccePrima è in caricamento