Mercoledì, 4 Agosto 2021
Nardò

La cava come un deposito di rifiuti. Noe appone i sigilli e denuncia un imprenditore

I carabinieri del nucleo operativo ecologico hanno apposto i sigilli ad un'area di 5mila metri quadrati in località Fattizze concessa in uso ad un'azienda del settore estrattivo. Ritrovati inerti di demolizioni, traversine ferroviarie, pneumatici

Un carabiniere del Noe appone la notifica del sequestro.

NARDO’ – Una denuncia per deposito incontrollato e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non. Il destinatario del deferimento da parte dei carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce è il legale rappresentante di una società operante nel settore delle attività estrattive.

I militari hanno infatti verificato la presenza di rifiuti depositati in una cava di circa 5mila metri quadrati di proprietà di un imprenditore agricolo, ma in uso all’azienda. in località “Fattizze”, in territorio di Nardò. L’area è stata sottoposta a sequestro preventivo d’urgenza.

Il materiale ritrovato è costituito da inerti di demolizioni edili, pilastri di cemento armato, plastica, rifiuti ferrosi, pneumatici, traversine ferroviarie e filtri per autovetture. L’autorità giudiziaria e quella amministrativa sono state informate per i provvedimenti di competenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cava come un deposito di rifiuti. Noe appone i sigilli e denuncia un imprenditore

LeccePrima è in caricamento