Domenica, 20 Giugno 2021
Nardò

Notte di fuoco a Nardò, bruciata la Y10 di una coppia

Residenti di via Simon Gentile svegliati dal fragore e dal fumo. E' il terzo episodio in pochi giorni che ha visto coinvolte anche un apecar e un'altra auto. Intervento di vigili del fuoco e polizia

SDC12547

NARDO' - Una notte di fuoco e paura anche in quel di Nardò, quella appena trascorsa. Poco dopo la mezzanotte in via Simon Gentile, le fiamme hanno letteralmente avvolto e distrutto una vecchia Y10 bianca parcheggiata in strada e di proprietà di una coppia del posto. Ancora da chiarire le cause del rogo, se attribuibili a cause del tutto accidentali e legate a qualche corto circuito o se si tratta di un atto vandalico o doloso (si propende più per quest'ultima ipotesi). Aspetti, comunque, che chiariranno gli agenti del commissariato di Nardò, retto da Leo Nicolì, intervenuti sul posto dopo le segnalazioni dei residenti. Il commissariato per altro si trova a poche centinaia di metri da via Gentile, una parallela di via Duca degli Abbruzzi, in pieno centro. Per domare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli e Veglie coordinati dal comando provinciale di Lecce.

La tranquillità notturna dei residenti è stata interrotta una decina di minuti dopo la mezzanotte dal fragore e da alcuni scoppi. Il tutto era legato a quanto stava accadendo in strada ad Y10, alimentata a benzina, che è stata avvolta dalle fiamme e da una coltre di fumo nero, sprigionato dalla combustione, che ha invaso anche le case adiacenti. Subito è scattato l'allarme e diverse persone sono scese in strada allontanando i propri mezzi parcheggiati sul tratto terminale di via Gentile. L'auto bruciata era parcheggiata proprio di fronte all'abitazione dei giovani coniugi proprietari del mezzo all'altezza del civico 29. Anche loro sono stati svegliati di soprassalto dal tipico scricchiolio del fuoco e dal fumo.


Si è parlato in prima battuta di un incendio causato da un corto circuito legato anche alla vetustà del mezzo. Ma alcuni residenti della zona, che si estende sul versante ovest della villa di via XX settembre hanno riferito che si tratta del terzo episodio di mezzi dati alle fiamme in pochi giorni. Un fatto quasi analogo ha interessato nel fine settimana un apecar parcheggiato in una strada parallela di via Gentile, ovvero via Antonio Galateo, e di proprietà di un pensionato neritino. Il mezzo è stato parzialmente distrutto dalle fiamme. E altre testimonianze riferiscono di un altro episodio poco distante che ha interessato un'altra auto che ha improvvisamente preso fuoco in strada qualche giorno addietro. Resta dunque il mistero, mentre dal commissariato neritino, nonostante l'esiguità del personale, si rafforzeranno i controlli su tutto il territorio per capire se si tratta di episodi isolati o di atti premeditati e dolosi. L'incendio oltre ad aver distrutto completamente la Y10 ha causato danni alla muratura e ad una porta di acceso dell'abitazione nei pressi della quale era stata posteggiata a ridosso del marciapiede.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di fuoco a Nardò, bruciata la Y10 di una coppia

LeccePrima è in caricamento