rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Fondi di bilancio per 2 milioni e 150 mila euro / Nardò

Nuova sede del commissariato, approvato il progetto. Sorgerà nell’area dell’ex gerontocomio

Dopo gli annunci dei mesi scorsi la giunta comunale di Nardò ha approvato il nuovo progetto per la realizzazione dell’immobile che diventerà la nuova sede della polizia di stato. Concepito su due piani per ospitare uffici, mezzi e 30 unità previste in organico

NARDO’ – Prima il cambio in corsa per la destinazione dell’area che sino a qualche mese addietro ospitava l’immobile incompiuto dell’ex gerontocomio a Nardò e ora il via libera del progetto definitivo per la realizzazione del nuovo commissariato della polizia di stato. L’amministrazione comunale ha deciso di destinare il terreno liberato dall’edificio demolito definitivamente nel giugno scorso per realizzare la nuova sede del comando di pubblica sicurezza.

Una necessità impellente quella di trovare una nuova casa per il commissariato cittadino, atteso che per i locali attualmente adibiti a sede della polizia di via duca Degli Abruzzi ormai, da quasi un decennio, insiste una procedura di sfratto da parte dei proprietari privati.  

In una recente seduta della giunta comunale è stato quindi approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica della nuova sede che sarà realizzata con fondi del bilancio comunale per 2 milioni e 150 mila euro. L'intervento verrà ripagato dal canone di locazione, che il ministero dell’Interno poi verserà al Comune quando l’immobile verrà ultimato e servirà per dare una maggiore sicurezza per i cittadini.

La nuova sede del commissariato di pubblica sicurezza sorgerà dunque su via Aldo Moro, sulle ceneri dell’ex gerontocomio che ormai quasi un anno addietro è stato completamente abbattuto. Anche la sede non è stata scelta a caso: si trova sulla via per il mare, al centro dell'area più popolosa di Nardò e anche al centro della nuova città, che ormai si estende fino al mare.

E questa la nuova soluzione approntata dal Comune, al termine degli incontri di valutazione dei mesi scorsi con i tecnici comunali, il sottosegretario agli Interni, Nicola Molteni, il questore Vincenzo Modeo e la dirigente del commissariato di Nardò, Sabrina Manzone, e che sembra trovare tutti concordi. E sulla nuova soluzione all’orizzonte si è espressa positivamente anche la segreteria provinciale del sindacato di polizia Coisp.

Lo studio di fattibilità, per il quale il Comune ha ottenuto la valutazione favorevole della prefettura, è stato predisposto dall’architetto Carlo Ferrocino e dall’ingegnere Pierpaolo Tondo e dal geometra Fabio Vonghia. E’ prevista la realizzazione di un nuovo immobile su due piani, in grado di ospitare le 30 unità attualmente previste per Nardò e di garantire la piena operatività.

“La demolizione dell'ex gerontocomio o, meglio, del gerontocomio mai ultimato, ha cancellato uno dei simboli più degradati del passato ed è diventata una nuova grande occasione di rinascita e sviluppo per Nardò” commenta il sindaco Pippi Mellone, “con questo intervento assicuriamo più sicurezza, più servizi e continuiamo ad arricchire Nardò con tanti progetti strategici, indispensabili per la città del futuro”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sede del commissariato, approvato il progetto. Sorgerà nell’area dell’ex gerontocomio

LeccePrima è in caricamento