Nardò Nardò

Nuovo colore per le periferie: completato il murales dedicato alla preistoria

L’opera di street art, finanziata dalla Regione con 39 mila euro, realizzata dall’artista romano Hitnes su un edificio popolare di piazza Jan Palach. Raffigura una caccia immaginaria tra animali preistorici e fossili. Un nuovo tassello del progetto “Archeologie Urbane”

NARDO’ - Una nuova performance artistica, ormai completata, che ridisegna l’immagine delle periferie sempre meno oscure e rabbuiate. Cresce ancora il patrimonio della street art in quel di Nardò. È stato infatti ultimato, nelle scorse ore, un murales dedicato alla preistoria e ai reperti rinvenuti nel corso degli anni nel territorio comunale, soprattutto nell’area del parco di Porto Selvaggio, e oggi in gran parte custoditi nel museo della Preistoria di Nardò.

L’opera è stata realizzata da Hitnes, artista romano che ha realizzato opere di street art in tutta Europa, ma anche in Australia, Messico, Cina e Russia, ed è stata interamente finanziata dalla Regione Puglia con circa 39 mila euro nell’ambito del programma dedicato alla promozione e alla valorizzazione della street art.

Il nuovo murales è “ospitato” su una delle facciate laterali di un edificio popolare di proprietà di Arca Sud Salento in piazza Jan Palach, nella zona 167. Raffigura un inseguimento tra due animali estinti, due dolicosauroidi, e un loro contemporaneo ancora vivente, il Nautilus.

L’opera dell’artista capitolino fa parte di “Archeologie Urbane”, il progetto più complessivo che intende valorizzare il museo della Preistoria, il tesoro dei reperti che custodisce, la ricchezza storica e ambientale del territorio neretino, oltre che promuovere percorsi culturali e di conoscenza attraverso la fruizione di un’area periferica della città.

Nell’ambito della sua raffigurazione Hitnes ha immaginato una caccia che accade oggi, come sarebbe potuta accadere allora, tra i fossili di una collezione immaginaria. Per la realizzazione sono stati utilizzati materiali e vernici di ottima finitura, fatti con materie prime a basso impatto ambientale, idonee a garantire una soluzione ecosostenibile e duratura.

Il nuovo murales contribuisce anche all’opera di riqualificazione del quartiere, che diventa un nuovo “centro” cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo colore per le periferie: completato il murales dedicato alla preistoria

LeccePrima è in caricamento