Martedì, 15 Giugno 2021
Nardò

Piano estivo della mobilità per le marine. Via libera dalla giunta Mellone

Tornano i parcheggi a pagamento per la stagione estiva a Santa Maria e Santa Caterina gestiti direttamente dal Comune. Allacci agevolati per il metano

Un'immagine di Santa Maria al Bagno

NARDO’ – L’amministrazione comunale di Nardò pone le direttrici per un nuovo piano della mobilità estiva nelle marine di Santa Maria al Bagno e Santa Caterina e in vista della prossima stagione “calda”, anche dal punto di vista del traffico e della sosta, saranno riattivati i parcheggi  pagamento, l’area di interscambio a Posto di Blocco e l’attivazione dei collegamenti con i bus navetta. Adempimenti posti anche nelle passate stagioni, ma la giunta comunale di Palazzo Personé che ieri ha approvato il bilancio di previsione da sottoporre poi alla valutazione dell’assise comunale, ha indicato alcune variazioni in particolare sulla gestione diretta delle aree di sosta a tariffa e dei relativi introiti che finiranno completamente nelle casse del Comune. Secondo gli indirizzi dettati dall’esecutivo i parcheggi a pagamento con parcometri, dopo essere stati aboliti da alcuni mesi nel centro urbano, torneranno così esclusivamente a Santa Maria e Santa Caterina con  servizio che sarà gestito direttamente dal Comune, nel periodo compreso tra il 1 giugno e il 30 settembre.

Le aree a tariffa saranno quindi attive solo per il periodo limitato della stagione estiva e avranno un costo di 1 euro all’ora (con pagamento minimo 50 centesimi per trenta minuti). L’importo totale delle somme incassate sarà quindi destinato nelle casse comunali e verrà utilizzato per garantire ulteriori servizi. Sarà contemplata anche la possibilità di usufruire di un pass gratuito per nucleo familiare (e relativo a una determinata vettura) residente in un immobile privo di box auto o garage e a condizione che lo stesso immobile di residenza sia ubicato sulle strade interessate dai parcheggi a pagamento e in corrispondenza degli stessi. Per i soli residenti in immobili non direttamente ubicati sulle strade interessate dagli stalli blu a pagamento, saranno contemplati abbonamenti mensili di 50 e 100 euro per tutta la stagione estiva. Per i soli proprietari di immobili, invece, abbonamenti mensili di 100 e 300 euro sempre per tutta la stagione estiva. Il piano prevede poi l’attivazione del servizio bus navetta con punto scalo nell’area parcheggio di “Posto di blocco” (in località Cenate) e fermate a Santa Maria e Santa Caterina. Tutti i dettagli del piano mobilità  (con  l’individuazione delle località, le modalità di ottenimento di pass e abbonamenti) saranno poi specificati da singoli e separati atti della giunta comunale.  

“L’obiettivo generale è quello di scoraggiare l’uso di veicoli che causano ingorghi e inquinamento atmosferico ed acustico e quindi disagi per automobilisti e residenti” spiega il sindaco Mellone, “non è un problema solo di chi vive nelle marine, ma soprattutto di chi le frequenta e la prospettiva è quella di far godere a tutti le nostre perle senza il fastidioso trambusto delle macchine. È chiaro che combinare gli stalli a pagamento con la navetta è infinitamente più efficace che far pagare il parcheggio e basta, prospettiva che semplicemente sposta gli ingorghi e le code sulle strade secondarie”. Per l’assessore al traffico del comune neritino, Graziano De Tuglie “la ricetta magica contro gli ingorghi e il congestionamento del traffico in estate probabilmente non esiste, anche perché l’utilizzo ridotto e intelligente della propria vettura è prima di tutto una conquista culturale su cui bisogna ancora lavorare. Ritengo, però, questa soluzione la migliore possibile” spiega l’assessore comunale, “perché comoda per gli utenti e conveniente per l’amministrazione comunale. Basta arrivare dalla città a Posto di Blocco e prendere la navetta che ferma nelle marine, azzerando i disagi della ricerca di un posto e rendendo certamente più vivibile la destinazione che abbiamo scelto. Il servizio sarà efficiente con corse rapide e frequenti. Non resta che confidare nel buon senso dei cittadini. Con l’occasione ricordo anche che ci stiamo muovendo presso la Regione per reperire finanziamenti destinati ad ampliare il parcheggio di Uluzzo al servizio del parco di Portoselvaggio”.

Il nodo mobilità segue un’altra iniziativa che in queste settimane interessa abitanti e villeggianti delle marine. È’ previsto infatti a breve l’inizio dei lavori che consentiranno l’estensione della rete del gas metano sul territorio di Santa Caterina e Santa Maria al Bagno. I tratti interessati (per 2.175 metri a Santa Caterina e 4.655 metri a Santa Maria) offriranno la possibilità di allaccio a circa 780 potenziali utenti. L’amministrazione comunale ha raggiunto un accordo con 2i Rete Gas, la società concessionaria del servizio di distribuzione del gas naturale nel comune di Nardò, finalizzato a ridurre significativamente i costi di allacciamento e favorire l’accesso alla rete da parte degli utenti delle due marine. L’agevolazione consentirà un costo pari a 600 euro per le richieste pervenute in fase di realizzazione della rete, quindi prima della messa in esercizio, e di 800 euro per le richieste che giungeranno successivamente. L’iniziativa sarà valida esclusivamente sul territorio delle marine di Santa Caterina e Santa Maria al Bagno sino al 31 dicembre 2017 e per richieste di allacciamento standard.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano estivo della mobilità per le marine. Via libera dalla giunta Mellone

LeccePrima è in caricamento