menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il litorale ionico.

Il litorale ionico.

Piano per le “Spiagge Sicure”, primi controlli. Polizia locale in azione a Sant’Isidoro

Attività di carattere preventivo svolta ieri e oggi dai vigili urbani di Nardò sul litorale della marina. Ambulanti regolari, ma non autorizzati a vendere su aree demaniali e costretti a spostarsi

NARDO’ – Al progetto Spiagge Sicure 2018, mutuato dal ministero dell’Interno, Matteo Salvini,  che riguarderà anche l'arco ionico salentino, da Porto Cesareo a Gallipoli (comune capofila), il sindaco di Nardò, Pippi Mellone aveva risposto presente. A differenza della presa di distanze espressa dal primo cittadino di Racale, Donato Metallo, che aveva annunciato di non voler in alcuno modo impiegare il corpo della polizia locale per le verifiche sul litorale, ma in servizi più pregnanti per la comunità. Lungo la costa neretina invece (il Comune di Nardò riceverà un contributo di 15 mila euro) già sono partite le operazioni di controllo preventivo sulle spiagge e sulle scogliere partendo dal litorale della marina di Sant’Isidoro nella quale si concentra, da sempre, l’attività della vendita ambulante.

Il Comune di Nardò ha aderito a Spiagge Sicure in ragione delle esigenze di controllo di un territorio molto vasto e del bisogno di rafforzare la propria capacità di intervento anche rispetto alle richieste degli operatori, che lamentano fenomeni di abusivismo commerciale lungo la costa.  L’iniziativa promossa dal ministero infatti, secondo le linee guide annunciate, consente l’assunzione a tempo determinato di personale della polizia locale, l’eventuale acquisto di attrezzature da fornire al personale comunale per il contrasto all’abusivismo commerciale, la realizzazione di campagne di sensibilizzazione.spiagge sicure 2018 3-2

Dopo la riunione in prefettura di qualche giorno addietro, l’amministrazione comunale, in linea con la tempistica dettata dal ministero, ha deciso di avviare le attività e i vigili urbani in servizio hanno effettuato un’attività di carattere preventivo a Sant’Isidoro controllando gli ambulanti presenti sulla spiaggia, tutti forniti di regolare licenza per il commercio ambulante, ma sprovvisti di titoli autorizzativi per la vendita su aree demaniali e quindi invitati a spostarsi altrove. I controlli, secondo quanto riferisce la nota istituzionale, si sono svolti in un clima di grande collaborazione e con la visibile soddisfazione dei bagnanti per la generale sensazione di sicurezza e di legalità determinata dalla presenza degli agenti.

“Siamo molto soddisfatti di questo primissimo monitoraggio” il commento dell’assessore alla polizia locale, Ettore Tollemeto, “intanto perché ci ha consentito di mettere ordine nella posizione dei venditori ambulanti in spiaggia, poi perché i cittadini e gli stessi gestori dei servizi balneari hanno apprezzato tantissimo l’attività degli agenti. Non tanto e non solo per il contrasto a qualche forma di abusivismo, ma per la sensazione di sicurezza e di tranquillità che gli agenti infondono. In molti sono piacevolmente meravigliati della presenza in spiaggia della polizia locale. Non ci sono esasperazioni, caccia alle streghe, persecuzioni nei confronti di alcuno” conclude l’assessore, “ma l’opportunità per il Comune di rendere capillare il monitoraggio e di rafforzare la propria capacità operativa, peraltro in un clima di grande serenità e disponibilità da parte di tutti”. Grazie al finanziamento approvato dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, l’amministrazione comunale di Nardò ha garantito un rafforzamento del personale stagionale per questo mese di agosto. In un periodo in cui le risorse comunali avrebbero consentito la presenza di soli otto agenti stagionali, sono invece in servizio ben 14 unità, in più per implementare i servizi di sicurezza, legalità e controllo del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento