Giovedì, 17 Giugno 2021
Nardò

Campo di accoglienza dei lavoratori stagionali: al via interventi preliminari

Aderenti a Coldiretti hanno rimosso la vegetazione spontanea nello spazio antistante Masseria Boncuri dove intanto è subentrata la cooperativa Mosaico

Si prepara lo spazio per i moduli abitativi.

NARDÒ – Questa mattina attorno a Masseria Boncuri, a Nardò, sono iniziate le operazioni preliminari all’allestimento del campo per l’accoglienza dei lavoratori migranti attesi per le prossime settimane nel Salento per la stagione della raccolta di angurie e pomodori.

Alcuni aderenti di Coldiretti hanno ripulito l’area dalle erbacce. Gli interventi odierni sono il contributo da parte dell’associazione dei coltivatori diretti ad una questione annosa ma che si continua a gestire secondo una logica emergenziale.

“Lo scorso anno – hanno dichiarato ieri il presidente e il direttore di Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante e Pantaleo Piccinno – Coldiretti ha offerto i container con i servizi igienici e le docce. Quest'anno abbiamo messo a disposizione il lavoro dei nostri agricoltori per rendere ospitale quest'area. Va però ribadito che questa deve essere un'area di emergenza per gestire l'arrivo dei lavoratori migranti stranieri,  ma non può essere considerata la modalità d'accoglienza corretta e definitiva. Alla luce anche dell'iniziativa di Cassa Amica, a cui Coldiretti ha dato il sostegno, il modo migliore per ospitare i migranti è nelle abitazioni, per favorire la corretta integrazione di persone che spendono il proprio lavoro e le proprie energie per l'agricoltura salentina. Il nostro impegno sarà sempre per la qualità del lavoro e la legalità”.

L’iniziativa dell'ente bilaterale Cassa Amica (assistenza malattia infortunio contrattuale in agricoltura), promossa insieme con le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali provinciali Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, consiste in due bandi: uno riguardante l'erogazione, tra il primo giugno e il 30 settembre 2017, di contributi per le spese di locazione sostenute direttamente dai lavoratori o dalle aziende agricole e l’altro relativo al sostegno dei costi delle visite mediche da parte delle aziende.

Il bando relativo agli affitti è riservato ai lavoratori addetti alla raccolta in possesso di regolare permesso di soggiorno e di contratto di lavoro e alle aziende agricole iscritte all'Inps. Per queste ultime è necessario, tra i requisiti, che siano in regola con il versamento dei contributi a Cassa Amica Lecce e con le normative per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Per ottenere il contributo, le aziende dovranno dimostrare di aver affittato locali poi concessi in uso gratuito ai lavoratori o di aver concesso in uso gratuito ai lavoratori locali di proprietà. Con queste premesse è chiaro però che una platea piuttosto ampia dei migranti che arriveranno nel Salento e in particolare nel Neretino rischia di restare ai margini di queste iniziative perché non in regola o solo parzialmente.

Intanto dopo l’uscita di scena dell’associazione Diritti a Sud dopo sette mesi di gestione, da oggi a Masseria Boncuri è subentrata la cooperativa sociale Mosaico che fino al 30 settembre dovrà occuparsi dei 16 ospiti della struttura e della pulizia della stessa. Numeri comunque residuali rispetto alle centinaia di lavoratori attesi che finiranno nel campo e nei dintorni.

“Anche stamattina – ha confermato il sindaco di Nardò, Pippi Mellone - la Regione mi ha confermato l’arrivo delle unità abitative. Ma, visto che si tratta di procedure assolutamente indipendenti da noi e che non abbiamo la possibilità di governare, abbiamo il piano d’emergenza qualora i tempi non coincidessero con le esigenze di accoglienza e ricovero dei lavoratori”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo di accoglienza dei lavoratori stagionali: al via interventi preliminari

LeccePrima è in caricamento