Giovedì, 13 Maggio 2021
Nardò

Teli di plastica nel letto del torrente Asso. Pulizia disposta dal Consorzio dell’Arneo

Rimosso il materiale plastico riversato incautamente nel canale e che costituiva una seria minaccia ambientale. Mellone: “Presenteremo comunque denuncia contro ignoti”

Il torrente Asso.

NARDO’ – L’allarme ambientale smuove le acque e il letto del torrente Asso viene ripulito dai cumuli di plastiche riversate incautamente nel canale. Con il miglioramento delle condizioni meteo nella giornata di oggi, priva di precipitazioni, sono state avviate le operazioni di bonifica (sollecitate dall’amministrazione comunale di Nardò, dal comando della polizia locale e dal consigliere comunale Lorenzo Siciliano) da parte della ditta Bastone, incaricata dal Consorzio di Bonifica dell'Arneo. Gli interventi, con l’ausilio del mezzo meccanico, hanno consentito la rimozione del materiale plastico e dei rifiuti, che stavano ostruendo le vore, e che ora sarà opportunamente smaltito.

Già da diversi giorni un accumulo preoccupante di rifiuti, teli e rotoli di plastica, con tutta probabilità residuo dell’esercizio delle attività agricole e che costituivano un danno all’ambiente e un potenziale rischio per la salute dei cittadini, aveva intasato il corso del torrente Asso nei pressi della strada Mangani-Cicirizzolo e della strada Suor Lucia in agro di Nardò. Una situazione di allarme che, visto il perdurare della situazione di degrado e complice anche l’ondata di maltempo dei giorni scorsi che ha comportato un innalzamento del livello delle acque del canale, ha mobilitato alcuni cittadini e proprietari di case rurali e terreni della zona in prossimità del canale Delle Rose. Una denuncia è stata presentata anche ai carabinieri forestali.

E dopo le segnalazioni di cittadini, ambientalisti e i sopralluoghi e le informative del comando della polizia locale oggi si è avuto un primo concreto interevento per risanare la potenziale minaccia ambientale e idraulica nella zona del torrente. Lo confermano, quasi contestualmente, anche il sindaco neretino Pippi Mellone e il consigliere comunale dei Dem, Lorenzo Siciliano al netto della polemica politica a margine della questione. “Il canale Asso è stato ripulito dalle plastiche” comunica il primo cittadino di Nardò, “la giornata, priva di precipitazioni, ha consentito finalmente alla ditta Bastone, incaricata dal Consorzio di Bonifica dell'Arneo, di effettuare un efficace intervento di rimozione del materiale, che ora sarà opportunamente smaltito. Siamo contenti, ma questo non ci impedirà di fare comunque una denuncia contro ignoti, contro chi ignobilmente deturpa l'ambiente e minaccia la nostra salute”.  

Situazione sbloccata almeno per il momento e sulla quale anche il consigliere Siciliano da contezza con una sua nota. “Su commissione del consorzio di bonifica dell’Arneo, qualche ora fa, è stato ripulito il letto del torrente Asso dalle decine di rotoli di plastica che diversi giorni fa dei criminali ambientali avevano gettato liberamente” scrive Siciliano, “ringrazio per questo il direttore del consorzio,Vito Caputo, e gli uffici dell’ente che si sono adoperati per far sì che nel più breve tempo possibile si potesse riportare alla normalità una situazione che, diversamente, avrebbe scaturito conseguenze molto gravi sia per l’aspetto idraulico del torrente stesso sia per la salute dei cittadini. È noto che la plastica non riciclata o non smaltita correttamente rappresenta uno degli inquinanti sintetici più devastanti per l’ambiente e per la salute di persone e animali. Con l’aggravante che il tipo di plastica che era stata gettata nell’asso, quella utilizzata in agricoltura” puntualizza il consigliere, “rientra tra le categorie di plastica più inquinante in assoluto. Con i cambiamenti climatici, se lasciata abbandonata nel letto di un torrente quasi masi a secco, la stessa viene esposta a diversi processi, tra cui la cristallizzazione, che comporta, in sostanza, il deterioramento graduale e sistematico in piccolissime frazioni di micro plastica che, considerato il recapito finale del torrente, va a finire nella falda acquifera”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teli di plastica nel letto del torrente Asso. Pulizia disposta dal Consorzio dell’Arneo

LeccePrima è in caricamento