Notizie da Nardò

Casco integrale e pistola giocattolo. Rapinano supermercato e fuggono

Due individui, con il volto travisato, hanno messo a segno un colpo ai danni del market "Sigma" di Nardò. Hanno minacciato una commessa, costringendola a consegnare l'incasso: una somma di circa 500 euro. Si sono dileguati a bordo di uno scooter. Indaga la polizia

Foto di repertorio (@TM News/Infophoto)

NARDO ‘ – Hanno tenuto il casco integrale sul capo per tutta la durata della rapina. Intorno alle 19, infatti, due individui si sono presentati nei locali del supermercato “Sigma”, all’angolo tra via Aldo Moro e via Sandro Pertini, a Nardò, e hanno messo a segno un colpo.

 Durante l’irruzione erano ancora presenti numerosi clienti all’interno dell’esercizio,  ma la coppia di malviventi non ha esitato a puntare una pistola contro una delle commesse, per costringere a consegnare i contanti contenuti nel registratore di cassa, una somma di circa 500 euro. Arraffato il bottino, si sono dileguati verso l’uscita, per poi fuggire a bordo di un ciclomotore, lungo le vie della cittadina.

Lasciandosi alle spalle i presenti ancora sotto choc . Riacquistato il coraggio, i testimoni si sono rivolti agli agenti di polizia del commissariato locale, diretti dal vicequestore aggiunto , Pantaleo Nicolì, i quali hanno avviato i rilievi e ascoltato i malcapitati. Nelle prossime ore, gli inquirenti acquisiranno gli eventuali filmati estrapolati dalle videocamere di sorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un dato determinante potrebbe essere quello relativo allo scooter di colore nero, utilizzato dai due rapinatori. Mentre non vi sono subbi sul fatto che la pistola fosse giocattolo: la dipendente minacciata avrebbe, infatti ,scorto con precisione il tappo rosso impresso sull’arma. Era stato camuffato in maniera maldestra dal balordo,  il quale non deve essere di certo un professionista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento