Venerdì, 23 Luglio 2021
Nardò

Record mondiale nelle acque dello Ionio. Sub disabile sfida fondali per 34 ore

Ha vinto sul mare e sul freddo che ha cominciato ad avvertire quando la muta gli si è allegata. Paolo De Vizzi, sportivo 38enne affetto da alcune disabilità, è riaffiorato questa mattina a Santa Caterina, la marina di Nardò, dopo un'immersione da guinness di un giorno e mezzo

@TM News/Infophoto (Foto di repertorio)

SANTA CATERINA (Nardò) – E’ riemerso nella tarda mattinata, riaffiorando dai fondali azzurri di Santa Caterina, una delle marine di Nardò. Paolo De Vizzi, un disabile 38enne originario di Manduria, nel tarantino, ha battuto il record mondiale assoluto di permanenza sott’acqua, restando immerso per ben 34 ore e 30 secondi.

Equipaggiato da bombole d’aria, maschera, pinne e manometro, lo sportivo ha lasciato il mondo “terrestre” per tuffarsi gli abissi venerdì sera, sgonfiando il suo giubbotto in uno die punti più suggestivi dello Ionio.

Un guinness nel quale non sarebbero mancate difficoltà, paure e complicazioni. Per circa 14 ore, praticamente la metà del tempo, il sub tarantino ha infatti dovuto lottare contro l’ipotermia: “Mi si è allagata improvvisamente la muta e per 14 ore ho dovuto lottare contro l'ipotermia. E' stata una battaglia cercando di non pensare al freddo che sentivo. Ma ce l'ho fatta, sono felice e non vedo l'ora di tornare subito in acqua", avrebbe dichiarato terminata la sua storica immersione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Record mondiale nelle acque dello Ionio. Sub disabile sfida fondali per 34 ore

LeccePrima è in caricamento